Categoria: Assoluti

Regionali Assoluti, nella prima giornata titolo per Mazzanti (110) e Conti (400), PB per Ferrari (100) e Turchi (400)

Campionati Regionali Individuali Assoluti, Imola

Nella prima giornata titolo per Mazzanti (110) e Conti (400), PB per Ferrari (100) e Turchi (400)

In palio i titoli regionali nella cornice del Romeo Galli

La giornata di sabato 25 maggio tra scrosci d’acqua, vento e sole si apre subito con una gara mozzafiato per l’Atletica Imola Sacmi Avis: complice la pista bagnata e una sfortunata (per l’avversario) caduta, sui 110 hs Andrea Mazzanti vince infatti con 15”55 e si porta a casa il titolo regionale.

Un’altra soddisfazione arriva poco dopo sui 100 piani: lo junior Simone Ferrari corre con l’ottimo crono di 11”02, che gli vale il PB e il 5° posto.

Il secondo titolo regionale della giornata arriva sui 400 metri, dove Francesco Conti corre in 47”41, suo secondo tempo in carriera. Molto bene sulla stessa distanza anche Mattia Turchi, che giunge 5° in 49”27 e si porta a casa il PB; e Alessandro Bacci, 10° classificato con 50”91, anche lui vicinissimo al PB.

Titolo sfumato invece sui 1500, dove Riccardo Gaddoni gestisce bene la gara ed entra in testa sul rettilineo finale, ma la giornata è stregata per le volate e chiude al 2° posto, con il tempo di 3’55”06.

Argento anche per il suo compagno di allenamento Riccardo Dall’Osso sui 3000 siepi: il crono di 9’34”35 è senz’altro buono ma lascia un po’ di amaro in bocca per il mancato minimo per il Challenge.

Velocità e mezzofondo 

Sempre nella giornata di sabato sono tantissimi i porta colori della Sacmi Avis: sui 100 arriva un ottimo crono per Gabriele Guerrini che corre in 11”82 limando al PB 5 centesimi, segue Angelo Cervellera in 11”83 e Pietro Carnevali in 11”90. Personale abbassato anche per l’Allievo Daniel Sabatin Di Mario che ferma il crono a 12”33, 12”45 per Pietro Donegaglia, 12”78 per Mattia Franceschini e 13”57 per Gian Paolo Benati.

Sui 400 Davide Venieri con 52”58 non corre lontano dal personale, che arriva invece nettamente per Alessandro Tampellini con 54”58; lo seguono Riccardo Nataloni in 54”67, Jacopo Torri (56”30) e Pietro Donegaglia (1’00”30).

Sui 1500 arriva il record personale per Samuele Grillini che chiude in 4’32”01 davanti all’Allievo Matteo Baruzzi (4’33”06); seguono Riccardo Salicetti (4’46”59) e Daniele Dottori (4’57”91).

Salti e lanci 

Il multiplista Enea Zaccarini nel salto con l’asta svalica quota 3,30 metri, stabilendo il suo personale outdoor. Con 33,90 migliora poi anche il personale nel giavellotto, gara in cui si distingue il cesenate Alberto Masini, 8° con la misura di 50,17 metri.

Staffette 

Non manca un brivido per la 4×100 juniores: buono il tempo di 44”66 per la formazione composta da Enrico Moses Yeboah, Simone Ferrari, Davide Venieri e un coraggioso Samuele Grillini: il mezzofondista che ha appena concluso il 1500 e ha sulle gambe allenamenti per la mezza maratona, non si tira indietro per coprire l’imprevisto dell’ultimo momento.

Decathlon, Mazzanti inarrestabile trascina l’Atletica Imola. Titolo anche per Zaccarini, Allievi secondi

Decathlon, Mazzanti inarrestabile trascina l’Atletica Imola. Vittoria anche per Zaccarini

Splendidi risultati dai CdS di Multiple!

Mazzanti vince, sbanca i propri PB e trascina i decatleti che vincono il titolo di Società: primo Enea Zaccarini tra gli Juniores con tanti PB e minimo per i Campionati Italiani di categoria, Allievi al 2° posto in classifica Cds (a soli 5 punti dai primi…) grazie a Alessandro Tampellini, Luca Martelli e Chris Garsone tutti al primato personale!

È un weekend davvero ricco di soddisfazioni quello di sabato 11 e domenica 12 maggio a Modena, dove si sono svolti i Campionati Regionali di Società di Prove Multiple, recupero dell’appuntamento previsto per inizio mese e rinviato a causa del maltempo. Condizioni ideali quelle che hanno fatto da cornice alle dieci fatiche di Andrea Mazzanti, tecnico e portacolori degli Assoluti della Sacmi Avis, di Enea Zaccarini, Junior al primo anno di categoria, e degli Allievi Alessandro Tampellini, Luca Martelli e Chris Garsone. Ma andiamo con ordine.

Decathlon, giorno 1.

Andrea Mazzanti colleziona, è il caso di dirlo, un record personale dietro l’altro. Comincia il sabato migliorandosi sui 100 con l’ottimo crono di 11”08 che vale 843 punti. Non male come partenza. Si prosegue poi con 6,73 di salto in lungo, 9,93 di getto del peso e 1,69 di alto che ormai per il tecnico-atleta sono un riscaldamento. Dopo i 7 metri di personale ottenuti nel lungo la scorsa estate, non senza aver corso prima un 400 hs, Mazzanti ormai più gareggia meglio è. Così a chiusura della prima giornata di gare vince i 400 in 49”95: un tempo che ipoteca la sua presenza nella 4×400 (oltre che nella 4×100) con il terzo crono, dietro a Conti e Turchi e scavalcando Ferrucci, al quale è lanciata la sfida. Ma ora lasciamolo riposare e andiamo a seguire i giovani sfidanti.

Sì, perché Enea Zaccarini sente sicuramente l’adrenalina della sfida con il suo coach e non è da meno.

Enea infatti si migliora in tutte le specialità: con 11”51 abbassa di quasi mezzo secondo il PB sui 100 metri, dove ottiene il suo miglior punteggio (750); si migliora con le misure di 5,75 nel salto in lungo; 10,72 nel peso da 6 kg; 1,84 nell’alto, dove aggiunge un paio di centimetri; personale anche sui 400 metri con il buon crono di 51”53.

Decathlon, giorno due.

A una settimana di distanza dal personale (15”21) stabilito sempre a Modena, in occasione dei CdS di specialità, Mazzanti apre le gare della domenica con un buon 15”43 sui 110 hs. Manda poi il disco a 28,64 metri, svalica quota 2,80 nell’asta e il giavellotto atterra a 30,49 metri. Dopo aver scaldato i motori, la ciliegina sulla torta arriva sui 1500: 4’55”68 e il muro è finalmente sfondato. La somma di tutte queste gare è un numero che inizia a essere alto: 5863 punti pesanti che valgono il titolo regionale.

Nel frattempo Zaccarini, junior al primo anno, esordisce con gli attrezzi della categoria in diverse discipline: si porta così a casa 16”46 sui 110 hs (h 100), 22,59 nel disco (1,750 kg), 33,09 nel giavellotto (800 gr), oltre al 3,10 nel salto con l’asta. Non può non coronare la giornata con il personale sui 1500 metri, che chiude in 4’40”67. Suggella così il titolo regionale Juniores nel Decathlon e, con 5621 punti, conquista il minimo per i Campionati Italiani di categoria.

L’Atletica Imola Sacmi Avis si porta così a casa, grazie a Mazzanti e Zaccarini, il titolo regionale di Società di Multiple.

Allievi.

Sono tre i portacolori della Sacmi Avis: l’unione fa la forza e loro vanno a conquistarsi il secondo gradino del podio di società, a soli 5 punti dal titolo…

E un’altra manciata di punti, 12 per l’esattezza, separa dal bronzo individuale il castiglionese Alessandro Tampellini, che si porta però a casa un netto record personale, aggiungendo circa 500 punti ai risultati dello scorso anno. Da segnalare i risultati ottenuti nel giavellotto, con 43,14 metri e sui 1500, corsi in 4’55”40, oltre ad altri personali migliorati sui 100 metri (12”05), sui 400 metri (56”29), nell’alto (1,60) nell’asta (2,20), nel peso (10,47), nel disco (29,90).

Altra “roccia” è Luca Martelli, che fino a una settimana fa aveva disputato solo gare di corsa, “recuperato” in extremis. Al netto delle specialità all’esordio, Luca si migliora sui 110 ostacoli, dove ferma il crono a 17”82. Ottiene buoni risultati anche sui 100 metri (11”79), sui 400 (54”26), nell’asta (2,40 all’esordio) e chiude correndo il 1500 in 4’56”67, non male per un velocista.

Completa il terzetto l’allievo ormai esperto di multiple Chris Garsone. Chris apre le sue dieci fatiche migliorandosi sui 100 metri (12”61), nel lungo (5,26) e nel peso (8,30); sui 400 lima qualche centesimo al PB. Nella seconda giornata si migliora sui 110 hs (18”70), nel giavellotto (17,55) e nei 1500 (5’42”97). Nel complesso, aggiunge oltre 400 punti al proprio personale nel Decathlon!

 

 

Conegliano, bene Conti e Turchi sugli 800

Conegliano, bene Conti e Turchi sugli 800

Scende in pista il mezzofondo imolese

È un buon Francesco Conti quello che gareggia sabato 11 maggio al XXXIII^ Meeting Città di Conegliano. Il mezzofondista imolese, reduce dall’ottima prestazione sui 400 metri dello scorso weekend, nella trasferta veneta corre gli 800 in 1’47”81: per i non addetti ai lavori, il tempo gli vale il minimo di partecipazione ai Campionati Italiani Assoluti, oltre che il suo miglior tempo stagionale.

Ottima prestazione tra i mezzofondisti imolesi impegnati sugli 800 a Conegliano è quella di Mattia Turchi. In 1’51”22 vince la sua serie, abbassa di quasi un secondo il PB e si porta a casa il minimo per il Challenge (la kermesse dove si giocheranno gli ultimi pass per i Campionati Italiani Assoluti), oltre naturalmente al minimo per i tricolori di categoria (Mattia è al primo anno Promesse).

In gara anche Riccardo Gaddoni, che pur preparando distanze ben più lunghe, corre gli 800 in 1’53”13. Al femminile, unica rappresentante imolese con i colori dell’Atletica Lugo è Lovepreet Rai, che chiude i due giri di pista in 2’16”32.

Doppietta di record sociali per Ricciardi

Doppietta di record sociali per Ricciardi

Luis Matteo Ricciardi, bolognese che da qualche anno gareggia con la canotta dell’Atletica Imola Sacmi Avis, in un paio di settimane sigla due primati personali che valgono altrettanti record sociali.

Il 27 aprile, al XIII Meeting Internazionale WALK & MIDDLE DISTANCE NIGHT, a Milano, corre i 5000 con il tempo di 14’14”11 che va a scavalcare il 14’17”32 del 2010 di Emanuele Ghiraldini.

Pochi giorni dopo, l’8 maggio, a Rodengo Saiano al I Meeting Silver Lombardia, chiude i 3000 in 8’06”67, migliorando il già suo record sociale risalendo allo scorso anno. Nel 2023 Ricciardi aveva infatti corso i 3000 indoor in 8’12”24, oltre ai 10000 in 29’51”10.

Conti, 47”18 è il nuovo record imolese sui 400 metri

Conti, 47”18 è il nuovo record imolese sui 400 metri

Sabato 4 e domenica 5 maggio, a Modena, la fase regionale dei Campionati di Società Assoluti

Francesco Conti, 47”18 sui 400: è nuovo record imolese e minimo per il Challenge. Con una gara condotta senza esitazioni, il mezzofondista allenato da Vittorio Ercolani e reduce dalla preparazione in Sudafrica si impone nella giornata di sabato. La domenica fa il bis sugli 800. Correndo in tranquillità, chiude in 1’52”58 davanti al compagno di squadra Mattia Turchi, che in 1’52”64 si avvicina a mezzo secondo dal PB.

Altro minimo per il Challenge (la manifestazione per giocarsi la qualificazione ai Campionati Italiani Assoluti, in assenza del minimo A) lo porta a casa Andrea Mazzanti. Il più longevo dei portacolori della Sacmi Avis domenica abbassa il personale nei 400 hs a 54”12, diventando il secondo imolese all-time nella specialità. Tecnico e atleta, sabato aveva corso i 110 hs migliorandosi con il nuovo PB di 15”21.

Con queste premesse, la 4×400 uomini non può che essere all’altezza: Andrea Mazzanti, Federico Ferrucci (astista e 400ista), Mattia Turchi e Francesco Conti fermano il cronometro a 3’18”48, staccando un altro pass per il Challenge in programma a Brescia a metà giugno.

Per restare in tema staffette, la 4×100 (già qualificata al Challenge in virtù del risultato dello scorso anno) di Luca Ghini, Alessandro Bacci, Simone Ferrari e Michele Beggio chiude in 44”26. Subito dietro arriva la 4×100 Allievi, composta da Gabriele Guerrini, Luca Martelli, Daniel Di Mario e Daniele Cetrone, che con 44”43 portano a casa punti anche per il CdS di categoria. Molto bene anche la 4×400 formata dal mix di Juniores e Promesse: Leonardo Lodolini, Alessandro Bacci, Luca Ronconi ed Enea Zaccarini chiudono in 3’22”99, risultato importante in funzione Under 23.

Ottimi risultati arrivano anche dal settore velocità: sabato lo junior Simone Ferrari corre i 100 metri in 11”19, a ridosso del PB dello scorso anno. Molto bene anche Michele Beggio con 11”31. Sulla stessa distanza, 11”59 per Luca Martelli che straccia il PB, 11”87 per Gabriele Guerrini, 12”54 per Daniel Di Mario.

Domenica sui 200 metri l’Allievo Daniele Cetrone si migliora di oltre mezzo secondo: 22”15 gli vale ampiamente il minimo per i Campionati Italiani di categoria (e un 6° posto ai CdS regionali assoluti, su oltre cento concorrenti). Non distante dal minimo va anche lo junior Simone Ferrari, che ferma il crono a 22”36 a soli 6 centesimi dallo standard per gli italiani di categoria. Seguono Matteo Rosadi in 23”01, Davide Venieri in 23”17 (PB), Luca Martelli in 23”58, Alessandro Tampellini in 23”87, Riccardo Nataloni in 24”56.

Doppio PB per Luca Ronconi: sui 200 corre in 23”33, migliorandosi di quasi un secondo; sabato, sui 400, 50”95 abbassa di due unità la cifra dei secondi. Sui 400 metri gareggiano anche Federico Ferrucci (50”37), Alessandro Bacci (PB anche per lui, con 50”84) e Riccardo Nataloni (PB portato a 54”00).

Sugli 800, 2’16”75 per Matteo Rizzo, sui 1500 4’35”97 per Matteo Baruzzi e 4’40”09 per Samuele Grillini, che corre anche i 5000 in 17’50”06. Su quest’ultima distanza, vittoria facile in 14’46”64 per Matteo Luis Ricciardi, che aveva da poco fatto siglare il nuovo record sociale di 14’14”11, dopo quelli sui 10000 e sui 3000 della scorsa stagione. Sempre sui 5000 presenti anche Riccardo Ghinassi, 15’17”53 per lui, e un altro veterano della Sacmi Avis, Luca Malpighi, che sigla il personale in 15’33”29.

Per arrivare al punteggio complessivo, da confermare per accedere alla finale nazionale, sono stati fondamentali i risultati dei portacolori della Sacmi Avis varie discipline. Nella fase regionale disputata sabato 4 e domenica 5, infatti, era necessario coprire almeno 14 specialità da cui attingere i 14 punteggi.

Nei 3000 siepi Riccardo Dall’Osso, fuori forma, chiude in 10’01”97; a proposito di ostacoli, sono da segnalare per la classifica Under 23 i 400 hs di Leonardo Lodolini (56”58) e Francesco Venieri (59”95).

Nei salti, gare affidate agli atleti del settore Under 23 e Under 18: nel salto con l’asta ci pensa Marcello Filippone (3,80); nel lungo e nel triplo Alessandro Benazzi atterra rispettivamente a 5,83, aggiungendo più di mezzo metro al PB, e a 13,42; nel lungo sono in gara anche Gabriele Ricci (5,80), Alessandro Tampellini (5,78, due cm di pb) e Nicolas Ghinea (5,10 pb e linea dei 5 metri superata). Infine nell’alto l’Allievo Filippo Venieri, al primo anno di categoria e fresco di personale a 1,70, deve fermarsi a quota 1,66 (oltre a 5,45 di lungo).

Lanci: non può mancare Andrea Fagliarone nel martello, con attrezzo spedito a 48,53. Nel peso, 8,63 per Giovanni Cavolini e 49,66 nel giavellotto per Alberto Masini.

Nella marcia, torna Pierino Tamburini che chiude i 10 km in 1h10:01.54.

Al femminile, con i colori dell’Atletica Lugo, si segnalano i risultati delle atlete del Romeo Galli: la marchigiana Giada Bernardi sigla un ottimo 25”59 sui 200 metri, oltre che 58”62 sui 400; la mezzofondista Lovepreet Rai, alla prima uscita outdoor sugli 800, sfiora il personale con 2’15”26; personale nettamente migliorato per l’Allieva Viola di Renzo che copre i 1500 in 5’05”33; Chiara Baldi mette in sicurezza il triplo con 10,03 e la 4×400 è tutta imolese con Billi, Rai, Mongardi e Bovolenta.