Atletica Imola a caccia di medaglie ai Campionati italiani indoor Juniores e Promesse

Dopo l’oro tricolore nelle Prove multiple al coperto conquistato da Michele Brini, a cui ha fatto seguito l’argento di Alessio Comel nella stessa gara, l’Atletica Imola Sacmi Avis è pronta a tornare in pista già da domani per i Campionati italiani indoor Juniores e Promesse di Ancona (2-3 febbraio).

Saranno sei i nostri atleti in gara che proveranno ad andare a caccia di una medaglia, a cui va aggiunta l’imolese Sara Ronchini, tesserata per l’Atletica Lugo, che sarà impegnata nei 200 Juniores. Nella stessa categoria saranno al via anche Pietro Ravagli (salto triplo), e Martino Filippone (60 hs). «Martino è pronto – ha detto l’allenatore Dario Pasi -. Io seguo la preparazione atletica, quindi il merito va anche condiviso con Angelo Venturelli che a Lugo cura invece la parte tecnica. Saranno 29 in gara, molti con tempi vicini al centesimo, quindi dovrà fare quello di cui è capace per provare ad arrivare in finale. Non sarà comunque qualcosa di impossibile, anche se parliamo di un Campionato italiano dove saranno presenti alcuni tra i migliori atleti del nostro Paese».

Tra le Promesse, invece, occhio a Michele Brini (60 hs e salto in lungo). «Valuterò le mie condizioni nel riscaldamento – ha spiegato il fresco campione italiano -, ma l’obiettivo è quello di centrare le finali nelle due gare in cui sarò impegnato. Non sarà, comunque, semplice perché gareggerò contro degli specialisti». Nella stessa categoria saranno di scena anche Enrico Ghilardini (400) ed Ismail Grirane (800). «Potrebbero fare bene entrambi – ha analizzato il loro tecnico Claudio Visani -. Enrico ha preparato al meglio la sua distanza, anche se onestamente sarà difficile che possa arrivare in finale. Ismail, invece, già nella sua prima gara a gennaio ha centrato il minimo per questo evento e vediamo dove si piazzerà».

Altro mezzofondista in pista sarà Riccardo Gaddoni (800 e 1500). «Spero che Riccardo riesca a riconfermare le ottime prestazioni dell’anno scorso – ha commentato il suo allenatore Vittorio Ercolani – dove ha conquistato il 5° posto nei 1500 (con il personale) e il 4° negli 800, con il podio sfumato all’ultimo metro, nella categoria Juniores. E’ al primo anno tra le Promesse, l’influenza lo ha un po’ condizionato nell’ultimo periodo, ma ora sta abbastanza bene. Spero possa fare una bella gara, perché lui negli appuntamenti importanti ha sempre dato il meglio di sé».

Lascia un commento

Your email address will not be published.