Categoria: Podismo

Grande successo per la 52^ Tre Monti: 2500 persone all’autodromo. Molto bene Ricciardi.

L’edizione 2021 del Giro dei Tre Monti, dopo l’annullamento dell’evento lo scorso anno a causa del coronavirus, è stato un grande successo: già dopo la chiusura delle preiscrizioni si era raggiunto il numero di 1200 persone (540 competitivi e 660 iscritti alle camminate) superando ampiamente le altre manifestazioni classiche della zona, ma la sorpresa più grande è avvenuta nel fine settimana della gara. Già nel pomeriggio del sabato i bambini e ragazzini partecipanti alle Promesse di Romagna erano 196, ma il giorno della gara si sono iscritte ulteriori 1092 persone sul posto, per raggiungere l’altissimo numero di 2488 partecipanti.

Persino l’organizzatore Marino Casadio è rimasto sorpreso dal numero di partecipanti: “Nonostante nell’edizione 2019 il numero dei partecipanti era quasi il doppio, nessuno si aspettava di superare di così tanto le 2000 persone: è un segno che i podisti del nostro territorio tengono in grande considerazione questa gara e la loro soddisfazione anche nei confronti degli organizzatori ne è la prova. Sono rimasti infatti tutti molto soddisfatti e li ringrazio per aver capito il particolare contesto nel quale si correva. È emersa gratificazione anche da parte di sponsor e istituzioni, in primis dal nostro Sindaco Marco Panieri e dal direttore dell’Autodromo Pietro Benvenuti, che si sono dati battaglia nel giro del circuito. Voglio infine ringraziare tutti i volontari che hanno preso parte all’organizzazione, che si è impegnato tantissimo prevenendo ogni possibile disagio”. Continua a leggere

Nel fine settimana bene i ragazzi al Trofeo delle Province; cresce l’attesa per la Tre Monti

Nel fine settimana appena trascorso si è disputata a Modena la fase regionale del Trofeo delle Province, manifestazione per rappresentative provinciali riservata ai piccoli atleti nati nel 2008 e 2009. Questa manifestazione, ideata quest’anno e svolta in tutta Italia, prevede lo svolgimento di due tipologie di tetrathlon per far provare più specialità possibile ai partecipanti. La provincia che avrà totalizzato il numero maggiore di punti sarà proclamata Provincia campione d’Italia.

L’Atletica Imola schierava nella rappresentativa della provincia di Bologna due atleti, Letizia Mengozzi (tetrathlon B ragazze) e Matteo Mazzini (tetrathlon A ragazzi), che hanno contribuito alla vittoria della squadra provinciale di Bologna della classifica regionale. In particolare, Letizia si è classificata al sesto posto con 2503 punti, con 11’’01 nei 60 metri a ostacoli, 1,02 nel salto in alto, 27,57 metri nel lancio del vortex e 1’47’’95 nei 600 metri finali; Matteo invece ha ottenuto 9’’26 nei 60 metri piani, 8,89 metri nel getto del peso, 3,76 metri nel salto in lungo e 1’47’’72 nella prova finale di 600 metri, terminando al 15° posto con 1807 punti.

Il weekend di sabato 16 e domenica 17 ottobre si terrà invece la 52^ edizione del Giro dei Tre Monti, classica manifestazione podistica imolese con partenza e arrivo nell’autodromo cittadino. Le iscrizioni per la manifestazione competitiva, con partenza alle ore 10:30, sono già terminate e hanno raggiunto l’ottimo numero di 540 partecipanti. Doveroso notare come nelle altre gare podistiche a livello regionale svolte ultimamente siano stati raggiunti numeri molto più bassi, a sottolineare il fascino della gara imolese.

Anche le iscrizioni alla manifestazione non competitiva, con partenza libera tra le 7:30 e le 9:00, procedono a gonfie vele e sono prossime al raggiungimento del numero massimo di 400 partecipanti con pacco gara (sarà inoltre possibile iscriversi sul posto, con una quota ridotta di 2€ ma senza pacco gara).

La novità principale di questa edizione è lo svolgimento delle manifestazioni giovanili (Promesse di Romagna) nel pomeriggio del giorno precedente la gara: si svolgerà infatti sabato 16/10 con ritrovo a partire dalle ore 14:30 e le varie partenze dalle 15:30. Le gare si svolgeranno all’interno dell’Autodromo, con distanze variabili a seconda della categoria. Le iscrizioni potranno essere effettuate su www.atleticando.net entro il 15/10 (compreso) o sul posto, entro le 15:25.

Per partecipare alle manifestazioni sarà necessario, come da direttive federali, il possesso del Green Pass.

SEGUICI ANCHE SUI NOSTRI CANALI SOCIAL: Facebook e Instagram

Grande festa di sport a Imola per il 51° «Giro dei Tre Monti»

Bellissima giornata di sport (anche grazie ad un clima più che primaverile) oggi all’autodromo «Enzo e Dino Ferrari» per la 51^ edizione del «Giro dei Tre Monti», la manifestazione podistica organizzata dall’Atletica Sacmi Avis e coordinata per il primo anno da Marino Casadio. Erano, infatti, 4.960 le presenze tra competitivi e non, oltre ai bambini che hanno partecipato alla gara «Promesse di Romagna». Un successo anche la collaborazione con la Lilt (Lega nazionale italiana lotta contro i tumori). «Sono molto soddisfatto della riuscita positiva dell’evento – ha ammesso Casadio -, perché abbiamo ottenuto i numeri che auspicavamo, anche favoriti dalla giornata stupenda. Bello vedere anche tanta gente a bordo strada fare il tifo per i 710 iscritti alla competitiva (650 quelli arrivati al traguardo)».

Riguardo la gara, a trionfare, in campo maschile, è stato il keniota Julius Kipngetich Rono (Atletica Recanati) che ha coperto i 15,3 km del percorso in 49’49’’. Dietro di lui, a nove secondi, il marocchino Tariq Bamaarouf (Atletica Desio) e il portacolori della Fratellanza Modena Simone Colombini (50’41’’). «I primi due classificati, già all’uscita dall’autodromo, erano davanti a tutti – ha spiegato Casadio -. In cima al Frassineto poi il keniota ha preso qualche metro di vantaggio che ha mantenuto fino alla fine». Tra le donne, invece, la keniana Ivyne Jeruto Lagan (Atletica Terni) ha bissato il successo del 2018 arrivando, con il crono di 55’45’’, davanti a tutte sul traguardo all’interno dell’autodromo. Sul podio, alle sue spalle, Anna Spagnoli (Edera Atletica Forlì) con 1h01’05’’ e Ana Nanu (Atletica Rimini Nord Santarcangelo) che ha chiuso in 1h02’’01. «La keniana ha corso sempre da sola – ha analizzato Casadio – senza mai guardarsi indietro».

Ottima la prova anche degli atleti della Sacmi Avis. Tra i primi dieci uomini della generale anche i nostri Simone Bernardi (6° con 53’36’’) e Luca Malpighi (8° in 53’49’’), mentre in campo femminile prima donna è stata Lisa Ponti (24° con 1h12’02’’) che ha preceduto di una sola posizione Federica Cicognani (1h12’11’’). «L’importante è la riuscita dell’evento – ha confessato il presidente dell’Atletica Imola Massimo Cavininon chi ha vinto o chi no.  Vedere tanta gente contenta, infatti, vale molto di più. La macchina organizzativa ha funzionato alla perfezione e Marino Casadio è stato impeccabile nel coordinare un esercito di ben 150 persone. Inoltre, le novità inserite quest’anno ci hanno permesso di vedere che possiamo fare ancora tanto altro nelle prossime edizioni. Siamo felici anche che la nostra società si sia classificata al primo posto per il numero di partecipanti (196) ed al secondo come classifica punteggio».

Successo per Francesco Lupo alla 100 km delle Alpi

Bella vittoria per il nostro Francesco Lupo che, oggi, alla X° edizione della 100 km delle Alpi,  ultramaratona che si sviluppa su un percorso tra le città di Torino e Foglizzo, ha chiuso davanti a tutti con il tempo di 7 ore 37 minuti e 27 secondi.

All’Hotel Olimpia svelata la 51^ edizione del «Giro dei Tre Monti»

E’ stata svelata questa mattina, all’Hotel Olimpia, la 51a edizione del «Giro dei Tre Monti», il tradizionale e famoso evento podistico imolese organizzato in ogni dettaglio dall’Atletica Sacmi Avis, sotto l’egida della Federazione italiana di atletica leggera ed in collaborazione con la Lega Coop di Imola e patrocinato dal Comune di Imola, che si terrà domenica 20 ottobre. La manifestazione più antica della Romagna (ripresa da Teleromagna) vedrà gli atleti sfidarsi sui classici 15,3 km del percorso che si snoda tra l’autodromo di Imola e le colline intorno e rappresenterà anche la sesta ed ultima data del circuito «Imola Corre 2019», oltre ad essere la 1a tappa del calendario «Scarpaza» 2019/2020. A muovere i fili della conferenza stampa di presentazione il giornalista e speaker Danny Frisoni. «Uno dei grandi successi del 2019 per la nostra società – ha ammesso il presidente dell’Atletica Imola Sacmi Avis Massimo Caviniè essere riusciti a creare un gruppo in grado di organizzare il «Giro dei Tre Monti» con prospettive interessanti. Il lavoro del nuovo coordinatore è impeccabile, così come quello delle persone competenti e motivate che collaborano con lui. Va detto che questa gestione è in continuità con la precedente, perché chi c’era fino all’anno scorso prosegue nel darci una mano. La «Tre Monti», comunque, non è della Sacmi Avis, ma rappresenta un patrimonio della città. Nel 2018 abbiamo guardato indietro ai primi cinquant’anni della corsa, mentre ora possiamo guardare avanti con fiducia».

La principale novità di quest’anno, come detto, riguarda il coordinatore della manifestazione. Dopo Leo Monduzzi (ideatore della «Tre Monti») e Leo Zanuccoli (al timone dal 1986 al 2018), il nome nuovo è quello di Marino Casadio.  «Il Giro dei Tre Monti è ormai giunto alla 51 a edizione, un traguardo prestigioso ma anche una grandissima responsabilità per me che ho il compito di coordinare il gruppo organizzatore di questa storica manifestazione – ha commentato Marino Casadio -. Dopo 33 edizioni di infaticabile impegno, infatti, Leo Zanuccoli ha deciso che il suo mandato era giunto al termine passandomi così il testimone. Ho accettato di farmi carico di questa esperienza perché l’atletica è lo sport che preferisco e che più ho praticato nella vita, ma non vi nascondo che l’idea mi spaventava e mi spaventa tuttora moltissimo.  Grazie all’aiuto e alla collaborazione di Leo, della sua storica e collaudata “squadra ” e di tanti nuovi amici che si sono aggiunti strada facendo, si sono create le condizioni per sperare che questa edizione, di cui ormai siamo alla vigilia, si svolga in maniera decorosa. Lo scorso anno la Tre Monti ha raggiunto il record di circa 5.200 partecipanti: quando si parte da un risultato di questo livello e si è di fronte ad una macchina organizzatrice efficientissima e nessuna precedente esperienza, la cosa più facile che possa accadere è… sbagliare. A complicare le cose ci si è messo anche un quadro economico sempre più risicato perché oggi, mentre i costi continuano a lievitare, ottenere delle sponsorizzazioni è sempre più difficile. Le esigenze di far quadrare i conti ci hanno portato inevitabilmente a dover fare alcune modifiche che costituiscono i cambiamenti di quest’anno. Ci vediamo domenica in autodromo».

Continua a leggere