Ancora CONTI!!! 1’48″30 a Spezzano!

da sx Conti, Riccobon, Tamassia nel primo dopo gara

Indovinello!!! Tra Conti, Riccobon e Tamassia chi può dire di averle spese tutte?

Al Memorial Brevini di Scandiano era in programma una gara di 800 di altissimo contenuto tecnico. Tanti tra i migliori giovani ottocentisti italiani si sono dati appuntamento offrendo grande spettacolo ai presenti. Per molti l’obiettivo era di siglare il personale e per alcuni c’era l’occasione di cogliere il minimo per i prossimi Campionati Europei under 23. E’ stata una gara bellissima, regolare nell’andatura imposta magistralmente da Simone Bernardi, che si è sacrificando facendo la lepre, tirando per 520 metri e un passaggio al primo giro in 53″13. A 250 metri dall’arrivo si è scatenata la bagarre, Riccobon guidava un drappello di contendenti e Conti Francesco ai 200 finali è riuscito a collocarsi in seconda posizione passando all’interno due avversari. Nel rettilineo conclusivo c’è stato il sorpasso di Francesco che con 1’48″30 ha battuto di un solo centesimo il bravo fiulano Enrico Riccobon, terzo posto per

Riccardo Gaddoni  a sx che ha migliorato il personale degli 800 risalente al 2016

Riccardo Gaddoni a sx che ha migliorato il personale degli 800 risalente al 2016

Gabriele Bizzotto in rimonta 1’48″54, quarto il portacolori dell’Esercito Crespi in 1’48″60, quarto Tamassia 1’48″62. Subito dopo la linea d’arrivo però si sono udite le parole di disappunto dei primi due che aspiravano a correre al di sotto del minimo di 1’48″20. Per Francesco Conti rimane comunque la soddisfazione di aver migliorato ancora una volta il suo personale e record imolese ribadendo la sua supremazia nelle gare che contano.

La serata è stata costellata da record personali sugli 800 anche da altri due nostri atleti junior. Riccardo Gaddoni è arrivato terzo nella seconda serie in 1’53″20  migliorandosi di 72 centesimi mentre Yassir Kanziz è giunto secondo nella terza serie in 1’55″87.

Per noi c’è stato anche un graditissimo rientro dopo un lungo periodo di assenza per malattia. Marta Morara ha vinto il salto in alto con 1.68, La nostra atleta junior, vincitrice lo scorso inverno del titolo italiano di categoria, a fine gara appariva ingiustamente sconfortata del risultato che è da prendere come segnale positivo in percorso di recupero che non potrà essere repentino ma avrà bisogno dei suoi tempi. Comunque sabato prossimo scenderà nuovamente in pedana a Faenza sperando di vederla salire ancora un’altro po’.

IL VIDEO DEGLI 800 DI CONTI 

Marta Morara

Marta Morara

Lascia un commento

Your email address will not be published.