Il ritorno del mezzofondo (e non solo)

È tornato anche il mezzofondo, e subito i nostri ragazzi hanno fatto registrare risultati importanti. Quello di questo fine luglio è un Riccardo Gaddoni a due facce: il classe ‘99 trionfa al Meeting Dallavo di Cles del 28, vincendo nei 1500 (gara a cui era iscritto anche Simone Bernardi, sesto nella batteria ad invito con 3.58.57) con uno strepitoso 3.53.94, che significa personal best.

Il giorno dopo al TAC di Imola, tuttavia, il mezzofondista di casa – comprensibilmente stanco per il viaggio e soprattutto per la super gara di 24 ore prima – fa registrare un relativamente scialbo 8.50.92 nei 3000 metri; ad aggiudicarsi l’oro è invece un ottimo Luis Matteo Ricciardi, che centra un sorprendente 8.33.08 (record personale). Molto bene anche i giovanissimi Riccardo Ghinassi (sesto con 8.56.03) e Davide Lanconelli (undicesimo con 9.12.75): entrambi i classe 2003 riescono nell’impresa di abbassare notevolmente i rispettivi PB. In gara anche Ferdinando Dipaola (9.46.23) e Matteo Biagi (10.10.03). Da segnalare, sempre nei 3000 – ma sul fronte femminile – il buon esordio di Sara Morini (11.55.86), mentre torna a cimentarsi nella specialità Nadiya Chubak (quinta con 11.15.82). Infine, per quanto riguarda il TAC del Romeo Galli, erano in programma anche i 1000 metri, riservati a ragazzi e cadetti. Nel chilometro, tra le ragazze, brilla Sofia Ferrari della Calcestruzzi Corradini (3.10.96), mentre per i colori dell’Atletica Imola Giada Martelli stoppa il cronometro a 3.32.85. Per quanto riguarda le cadette, Lovepreet Rai termina quarta con 3.15.47; in gara anche le imolesi Alice Visani e Asja Cilini e le lughesine Giulia Conti e Tessa Cristoferi. Infine i cadetti: la sfida viene dominata dall’etiope Abrham Angino Asado della Polisportiva Centese con un impressionante 2.41.09, seguito da Luigi Aquilino (Sasso Marconi, 2.48.51) ed Edoardo Castiglioni (Edera Forlì, 2.49.34). Portacolori del Lugo è Simone Bandini, che chiude undicesimo con 3.13.82.
Spostiamoci, per concludere, in quel di Parma, dove in contemporanea al meeting di Cles si è svolto un altro test di allenamento certificato. Per i nostri colori Davide Casacci centra un buon 11.25 nei 100, tempo che gli vale il quarto posto, ma può ritenersi soddisfatto anche il giovane Filippo Terzi (11.48, a pochi centesimi dal personale). Nei 400, a sorpresa, si cimenta il fondista Gianluca Scardovi, che alla sua prima assoluta nel giro di pista ferma il cronometro a 57.93.

Lascia un commento

Your email address will not be published.