INDOOR: bene gli allievi ad Ancona

Questo weekend si sono svolti ad Ancona i Campionati Italiani Allievi; l’Atletica Imola è stata ben rappresentata da Mattia Turchi, Alexander Geminiani, Riccardo Ghinassi e dalla staffetta 4×200.

Mattia ha gareggiato negli 800, dove ha limato il suo primato personale portandolo a 2’02’’16 (precedente

Mattia Turchi

2’02’’71) arrivando all’ottavo posto. Nonostante la poca esperienza ha gestito ottimamente la gara, senza seguire il battistrada della sua serie partito fortissimo e rimontando nella fase finale; purtroppo non ha avuto energie per contrastare lo sprint di un avversario e si è dovuto accontentare del terzo posto nella serie. Molto contento anche l’allenatore Vittorio Ercolani, anche se gli rimane un po’ di rammarico per una gara corsa con un ritmo piuttosto irregolare, in quanto probabilmente avrebbe potuto correre un tempo migliore.

Purtroppo Alexander Geminiani non va oltre il 19° posto, con 12,27m. Una misura non soddisfacente per lui, che ha un primato personale di 13,26. La misura è comunque superiore al precedente primato (12,07m), e l’allenatore Luca Zanelli non è deluso: “Alexander è migliorato molto in questo periodo invernale con risultati evidenti (primati migliorati sia nel peso che nel disco), considerando anche che l’anno scorso non ha raggiunto il minimo per i campionati per soli due centimetri. Nelle scorse settimane ha avuto alcuni problemi di salute che ne hanno pregiudicato la competitività. Durante il turno di prova aveva lanciato abbastanza vicino ai 13 metri, ma dopo il primo lancio si è molto innervosito. Cercheremo di migliorare sia sul lato tecnico che su quello psicologico per farci trovare pronti per le gare primaverili e i Campionati Italiani di Rieti”.

Anche Riccardo Ghinassi ha avuto un importante miglioramento cronometrico:

Riccardo Ghinassi in azione a Correggio

l’allievo di Claudio Visani ha corso i 1500 in 4’07’’69, che supera il precedente primato 4’09’’06  che gli vale il sesto posto. Non partito in modo brillante, Riccardo ha successivamente corso abbastanza regolare, inseguendo i battistrada anche quando questi aumentavano il ritmo nel finale, concludendo ancora in spinta nonostante la sua propensione alle gare di fondo. Visani è molto soddisfatto: “Riccardo ha chiuso gli ultimi 300 in 46’’3, è stato bravissimo!”. Un ultimo parziale del genere (per di più fatto al coperto) indica infatti che può valere un tempo molto più forte.

La staffetta 4×200, composta da Pietro Carnevali, Francesco Venieri, Gabriele Ricci e Alessandro Tognin, non si presentava con particolari ambizioni di classifica, gareggiava per guadagnare esperienza in vista delle gare future: i ragazzi hanno portato a casa un 17° posto in 1’36’’20 nonostante alcuni cambi leggermente schiacciati.

Pietro Carnevali impegnato nella prima frazione della 4×200

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.