Lama Campione italiano Pentathlon Allievi! Brini è 4°

Francesco Lama sul podio come campione italiano pentathlon alievi indoor

Francesco Lama sul podio come campione italiano pentathlon alievi indoor

Ottime notizie da Padova! Francesco Lama si laurea campione italiano del Pentathlon Allievi: con 3539 punti stabilisce il nuovo personale migliorando il suo record regionale e sale finalmente sul gradino più alto del podio in una rassegna nazionale di categoria. Al suo fianco Michele Brini, campione italiano tra i cadetti e al primo anno della nuova categoria, conquista la quarta piazza. Una giornata così intensa merita di essere raccontata.

Si aprono le danze con i 60hs che vedono Michele segnare con 8″30 il primo di una serie di record personali sulle varie discipline. Per Francesco 8″47: un solo centesimo peggio di quanto fatto due settimane prima. Sono rispettivamente il terzo e il quarto tempo. Pochi minuti per cambiare le chiodate e misurare le rincorse: inizia il salto in alto. Cautamente, come si deve nelle prove multiple, i due iniziano la loro progressione senza passare nessuna misura. Michele arriva con qualche intoppo fino ad eguagliare il suo personale di 1,70 per poi ritoccarlo a 1,73 fatto alla seconda prova ma dimostrando di valere quote ben maggiori. Francesco, che fino a quel momento non aveva mai saltato più di 1,75, arriva pulito fino a 1,70. Le due misure successive (1,73 e 1,76) arrivano entrambe al secondo tentativo. E’ già oltre il suo record ma non si accontenta. Aiutato dalla nuovissima pedana di Padova sale ancora: 1,79 e 1,82 filano via lisci. Ma non basta ancora. Al terzo tentativo, dopo ben 13 salti  e 10cm al di sopra del precedente limite arriva anche l’1,85 con uno stacco tutto grinta.

Dopo due gare Francesco si trova davanti a tutti nella classifica generale, ma di appena 4 punti sul maceratese Nicola Cesca. Staccati di poco l’altista vicentino Busnardo e Michele, che si attesta al quarto posto seguito da Montefalcone della Sportrace Roma. Per Francesco si affaccia per la prima volta il pensiero di poter fare veramente bene, insieme alla consapevolezza che sarà durissima restare lì davanti.

Infatti nella terza prova di giornata, il peso, i due imolesi non eccellono e lanciano sotto le loro possibilità: Francesco 10,92, Michele 10,72. Si rimescolano le carte della classifica: Busnardo esce di scena mentre Montefalcone scaglia i 5kg a 12,90. E’ lui ora a tallonare Francesco, ancora primo per 4 miseri punticini. Segue il lanciatore romano, poi Cesca con un solo punto su Michele, che rimane quarto.

Finalmente il lungo, gara prediletta di Francesco, ma anche Cesca non se la cava certo male. L’inizio per l’imolese è discreto: 6,61, poi un nullo, peccato. Cesca atterra a 6,59, così può davvero mettere in difficoltà Francesco. Occorre tutta la volontà del nostro saltatore per tirare fuori il 6,82 del terzo salto, non bello ma efficace. Non è da meno Michele che si migliora anche in questa prova: ottimo il suo 6,08.

Così dopo 4 gare Francesco resiste ancora là davanti, stavolta con un margine di 124 punti su Cesca e 210 su Montefalcone, rispunta nei primi posti della generale Irrera, perde qualche posizione Michele.

Restano solo i 1000, terrore di Francesco. Sa che non può perdere più di 10 secondi da Cesca e 20 da Montefalcone. Si attacca quindi alla scia di Cesca mentre Montefalcone si invola. Ma non c’è nulla da fare,oggi è il giorno di Francesco: Cesca cede, Francesco trova energie che non sa di avere e chiude con il nuovo personale di 2’57″37. Montefalcone gli ha preso meno di 10 secondi. E’ il momento di esultare…se riuscisse a rialzarsi da terra…

1620780_606220536098435_570125383_nMichele è sicuramente più competitivo sulla distanza: con l’eccellente 2’50″93 ennesimo record di una giornata da incorniciare, guadagna punti e posizioni. Il podio rimane ad appena 11 punti, unica punta di amarezza che svanisce presto pregustando la rivincita nella stagione all’aperto.

Nessuna altra società ha saputo schierare due atleti da prime posizioni in questo campionato. Bravi ragazzi!

1 comment

    • Giancarlo on 27 gennaio 2014 at 11:11
    • Reply

    Bellissimo risultato!!!
    Se il buongiorno si vede dal mattino, per questi ragazzi sarà una stagione piena di soddisfazioni.

Lascia un commento

Your email address will not be published.