«

»

giu 02

Marta e Luigi: due lampi nei giorni del CDS

Luigi Venieri nei 1200 siepi e Marta Morara nell'alto hanno vinto

Luigi Venieri nei 1200 siepi e Marta Morara nell’alto hanno vinto

Alla finale regionale dei CDS Cadetti l’Atletica Imola partecipava con le formazioni maschile e femminile ma con non poche difficoltà è riuscita a rendere onore all’evento. Tantissime assenze hanno rivoluzionato l’assetto delle squadre che hanno dovuto accontentarsi di un undicesimo posto con le Cadette e un dodicesimo con i Cadetti. Gli imprevisti non hanno comunque demotivato gli allenatori di questo bel gruppo di atleti. A Dario, Chiara e Lorenzo vanno i ringraziamenti della società  perché è da molti mesi che lavoravano per questo  appuntamento comunque portato a termine con tanti record personali.  Infatti molti ragazzi hanno concludo con soddisfazione i due giorni di impegno.

Sara Ronchini, 6° nei 60 piani in 10"54

Sara Ronchini, 6° nei 60 piani in 10″54

Un risultato tecnico su tutti è quello di Marta Morara che nell’arco di poco tempo è riuscita ancora una volta a migliorare ampiamente il suo  personale nel salto in alto. Ha superato la misura di 1.67 che le permette si salire al vertice della graduatoria nazionale di specialità assieme alla veneta Laura Moschetta. E’ riuscita a migliorarsi di quattro centimetri, la sua progressione è stata la seguente: 1.43, 1.49, 1.54, 1.56, 1.60, 1.64. 1.67, tutti al primo tentativo tranne 1.56 mentre il terzo tentativo a 1.70, fallito di poco,  ha fatto capire che la scalata non è ancora conclusa.

Luigi Venieri era uno dei tanti atleti con dei problemi dell’ultima settimana, un lieve incidente stradale occorso pochi giorni fa lo ha costretto a concentrarsi su una sola gara, quella che al momento gradisce maggiormente, i 1200 siepi. E’ partito determinatissimo, ha condotto tutta la gara e ha chiuso con un tempo strepitoso, 3’34″74, nuovo primato regionale e settima prestazione in Italia a soli tre secondi dalla migliore. Questa prestazione, che migliora di 6 secondi il personale, è frutto di una maggior solidità tecnica nel passaggio degli ostacoli e un’acquisita consapevolezza dei propri mezzi.

Riccardo subito dopo la caduta nei 1000 mt

Riccardo subito dopo la caduta nei 1000 mt

Una citazione particolare allo sfortunato Riccardo Gaddoni. Nei 1000 metri ha corso da protagonista, a metà gara prendeva d’autorità il comando ma quando nel rettilineo d’arrivo stava per lanciare la volata è stato spinto a terra da un concorrente poi per questo squalificato. Riccardo si alzava e concludeva in 2’52”. Un grande peccato per il grave gesto del compagno di gara e per l’occasione persa di conquistare un bellissimo tempo. Siamo certi che mercoledì al memorial Cavulli saprà cogliere l’occasione per rifarsi ampiamente.

Francesco Pausini, 40.13 nel giavellotto

Francesco Pausini, 40.13 nel giavellotto

Molto bravo anche Riccardo Pausini che nei giavellotto ha lanciato a 40.13. Sara Ronchini, nonostante i diversi problemi fisici che ne stanno condizionando la preparazione è riuscita ad eguagliare il suo personale  con 10″54.  Nel Disco Martina Turrini si è migliorata portando il suo personale a 20.08 e Lorenzo Pederzoli alla sua prima gara ha esordito con un promettente 21.28.  Margherita Salaroli ha realizzato ben due personali, nei 300h ha corso in 52″53 e nel triplo ha saltato 9.79. Giovannini Enrico nei 300h ha corso in 46″75 e nel lungo 4.95. Nella marcia di 3 km due personali per Francesca Pederzoli e Sara Grosso, rispettivamente 17’41” e 19’41”.

RISULTATI

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>