Tag: avis

Calendario gare, i principali appuntamenti del weekend

Ecco i principali appuntamenti che vedranno impegnati i nostri atleti. Tutto pronto per i Campionati italiani indoor Juniores e Promesse che si terranno ad Ancona sabato 2 e domenica 3 febbraio. Negli stessi giorni occhio anche a due meeting al coperto regionali: uno a Modena e l’altro a Padova.

Ad Ostia 2° posto e record imolese sfiorato per il discobolo Alessio Costanzi

Nel weekend del 19-20 gennaio ad Ostia, nel Lazio, si è disputata la 1^ fase regionale dei Campionati invernali di lanci. In pedana era presente il discobolo Alessio Costanzi che ha terminato la sua gara al 2° posto con la misura di 48.34, solo 14 cm in meno del record imolese di 48.48 stabilito da lui stesso soltanto l’anno scorso.

Giornata positiva per i lanciatori alla 1^ prova dei Campionati invernali di Cesena

Domenica 27 gennaio, a Cesena, era in programma la 1^ prova dei Campionati invernali di lanci. Oro per Andrea Fagliarone nel martello (48.69), e Jacopo Maccarelli nel disco Allievi (36.12). Argento per Andrea Berti nel disco Promesse (34.62), Alexander Geminiani nel disco Allievi (33.69) e Lorenzo Morara nel giavellotto Allievi (43.94). Bronzo, infine, per Marco Morini nel disco (37.36).

Campionati regionali indoor, titoli Juniores per Martino Filippone e Pietro Ravagli

Nello scorso weekend (26-27 gennaio) a Modena si sono corsi i Campionati regionali individuali indoor Allievi, Juniores e Promesse. Primo gradino del podio e medaglia d’oro al collo per Martino Filippone nei 60hs Juniores (8’’48) e Pietro Ravagli nel triplo Juniores (ottimo 14.47).

Festa Sociale 2018, anno positivo per l’Atletica Imola

Sabato scorso, all’interno dell’Auditorium 1919 di Sacmi, si è svolta la Festa Sociale dell’Atletica Imola, evento che come ogni anno ha celebrato la stagione sportiva appena conclusa. A fare gli onori di casa il presidente dell’Atletica Imola Massimo Cavini. «E’ stato un anno positivo in cui siamo cresciuti in quelle categorie e discipline dove magari in passato avevamo faticato». Accanto a lui il vice presidente di Sacmi Giuliano Airoli che ha portato i saluti del Consiglio di Amministrazione e ha ribadito come sia «bello vedere tanti giovani raggiungere ottimi risultati. Noi come sponsor siamo molto soddisfatti anche delle adesioni che aumentano ogni anno. Complimenti allo staff dell’Atletica Imola e a tutti i volontari». Presente anche il presidente regionale Fidal Marco Benati che, per l’occasione, ha annunciato come «la città di Imola ospiterà, il 15 e 16 giugno prossimo, la Finale Argento dei campionati italiani assoluti di società». Non poteva inoltre mancare il numero uno della Polisportiva Avis Gianfranco Marabini. «Per i ragazzi l’atletica è uno stile di vita. Vuol dire che quando abbiamo iniziato quest’avventura insieme abbiamo colto nel segno». In sala anche il presidente dell’Atletica Lugo Alessandro Tamburini, mentre non è passata inosservata l’assenza dell’Amministrazione comunale di Imola. Chiusura, infine, per Nino Villa, presidente dell’Uisp Imola-Faenza. «L’Atletica, la Sacmi e l’Avis sono delle eccellenze in campi diversi della nostra città. Gli auguro di ottenere risultati sempre migliori».

GLI ATLETI PREMIATI. Durante la serata sono stati chiamati sul palco quegli atleti, in alcuni casi anche in compagnia dei propri allenatori, che per piazzamenti, tempi o misure si sono distinti da gennaio a dicembre. Tra loro Stefano Grandi (record personale negli 800 indoor con 1’57”05), Francesco Conti (vicecampione italiano 1500 indoor in 3’54”63), Lorenzo Bilotti (partecipazione alle Olimpiadi di Pyeongchang come frenatore del bob a 4), Simone Bernardi (2° ai campionati italiani promesse indoor nei 1500 che nei 3000), Anas Hali (campione regionale cross 5 km allievi), Francesco Lupo (vicecampione italiano assoluto di 100 km in 7h13’15” e convocato per i mondiali in Croazia), Riccardo Gaddoni (personale negli 800 in 1’52”40), Lorenzo Pederzoli (personale nei 100 con 11”66), Lorenzo Polverelli (record personale nei 1500 metri con 4’15”86 e nei 2000 metri con 5’56”08), Luca Zinoni (personali nei 100 con 11”25 e 22”82 nei 200), Davide Lanzoni (personali nei 200, 400 e 800), Pietro Ravagli (record imolese nel triplo ai campionati italiani junior/promesse di  Agropoli con 14.70), Michele Brini (record imolese nel decathlon con 7.036 punti), Ismail Grirane (record personale negli 800 con un bel 1’55”03), Davide Bernabei (campione regionale promesse nei 400), Andrea Mazzanti (titolo regionale assoluto nel salto in lungo), Alex Pagnini (campione regionale assoluto nei 400), Alessio Costanzi (record imolese nel disco con 48.48), Alessandro Casini (record personale nel martello con 41.00 metri), Mattia Rondinelli (campione regionale Allievi nei 200) e Pietro Marri (record personale nel disco e nel giavellotto).

MASTER E MARATONA. Nella categoria Master belle affermazioni ai campionati italiani per il velocista Giampaolo Benati (100 e 200) e per il mezzofondista Daniele Dottori negli 800 (2’14”54) e nei 1500 (4’37”25). Nella maratona, infine, Ferdinando Dipaola, con il tempo di 2h38’56’’ stabilito a Valencia a dicembre, ha infranto il suo personale e si è laureato «maratoneta imolese più veloce» nel 2018.

NOVITA’ DI «MERCATO». Tra i cadetti più promettenti che il prossimo anno faranno parte del settore assoluto ci sono Lorenzo Morara (campione regionale Cadetti nel lancio del giavellotto), Jacopo Maccarelli (record personale nel disco), Luca Ghini (campione regionale Cadetti nell’asta). Tra i lughesi, invece, che passeranno negli Allievi dell’Atletica Imola ci sono il velocista Pietro Carnevali, il martellista e velocista Marco Fabbroni (campione regionale Cadetti nel martello), il discobolo Alexander Geminiani (campione regionale Cadetti), i mezzofondisti Riccardo Ghinassi e Davide Lanconelli, Lorenzo Guerrini e il velocista Alessandro Tognin. Tra le new entry, invece, il multiplista Alessio Comel.

LUTTI. Per concludere, il 2018 è stato anche un anno di lutti in casa Atletica Imola. A marzo è scomparso Celso Mongardi, unico atleta imolese ad aver vinto i campionati italiani Assoluti di decathlon nel 1952, mentre ad aprile è deceduto, a causa di un incidente stradale in moto, il giovane pesista Enea Rossi.