Tag: Cds

Finale regionale dei Cds Ragazzi/e, tra le donne brilla Asja Cilini e la staffetta 4×100

Domenica 9 giugno, a Faenza, era in calendario la finale regionale dei Cds Ragazzi/e. Le donne hanno chiuso al 6° posto finale (322 punti) grazie, soprattutto, alla vittoria di Asja Cilini nella 2 km di marcia (11’29’’24) ed al secondo posto della staffetta 4×100 (Viola Zuffi, Martina Assirelli, Carolina Gardelli e Giulia Manganelli) che ha coperto la distanza in 56’’47. Gli uomini, invece, hanno terminato in 14° posizione (201.5 punti): miglior risultato il 5° posto della staffetta 4×100 (Chris Garsone, Filippo Palladini, Giuseppe Cassani e Riccardo Solaroli) che ha corso in 1’00’’22.

Cds Assoluti, il mezzofondista Riccardo Gaddoni: «Che bello il tifo del pubblico imolese, carichi per la Finale Argento»

Anche il mezzofondista Riccardo Gaddoni è stato tra i protagonisti, sabato 1 e domenica 2 giugno, nella seconda ed ultima fase regionale di qualificazione dei Cds Assoluti che si è svolta allo Stadio Romeo Galli di Imola. La sua prestazione nei 1500 (3’56”73), oltre a valere l’oro, è servita soprattutto per portare tanti punti alla causa della società che, alla fine della due giorni di gare, è risucita a staccare il pass per la Finale Nazionale Argento che si terrà, sempre a Imola, il 15 e 16 giugno.

Riccardo, quanto sei contento della tua prestazione?

«Molto.  Non ero, comunque, troppo sicuro della mossa di andare a tirare nel secondo giro, perché visto anche il caldo avevo paura di “scoppiare”. Quando ho lanciato la volata fisicamente, però, mi sentivo molto bene. Mi sono girato lo stesso per controllare la situazione e per paura che gli avversari si rifacessero sotto, ma devo dire che il tifo di casa ha aiutato molto».

Domenica, invece, ha fatto da «lepre» a Francesco Conti che poi ha vinto gli 800.

«Anche domenica mi sentivo molto bene e avevo recuperato lo sforzo. Appena partito, però, non mi sentivo al 100%, perché non ho preparato particolarmente ritmi così forti, ma continuando a correre (e passando sotto la tribuna, con mezza squadra a tifare) le sensazioni sono migliorate. Quando mi sono fermato ai 600 metri (il mio tecnico Vittorio Ercolani mi aveva detto di fermarmi, per non stancarmi troppo in vista dei Campionati Italiani di Rieti) stavo piuttosto bene, addirittura da pensare che se l’avessi finita avrei fatto il personale. Impossibile, però, tenere il passo di Conti».

A proposito, com’è il rapporto tra voi due?

«Credo che sia quasi un mito tra noi ragazzi più “giovani”.  Questo per tutti i titoli italiani, le convocazioni in nazionale e gli ottimi risultati che ha ottenuto. Purtroppo in questo momento non riusciamo ad allenarci spesso insieme perché abbiamo orari ed esigenze diverse tra università e studio, però nelle occasioni che contano siamo presenti e ci aiutiamo (domenica è stata la seconda volta che gli ho fatto da lepre, mentre lui mi ha tirato perfettamente due settimane fa, quando ho fatto il personale sui 1500). A mio parere è fondamentale avere un compagno di squadra di alto livello. E’ una grande fonte di ispirazione e motivazione, può dare molti consigli sulla gestione delle gare e degli allenamenti e sui rapporti con altri atleti e tecnici.

Com’era l’atmosfera al Galli?

«Fantastica! Purtroppo non sono riuscito a stare al campo per tutta la durata delle gare, ma c’era un tifo pazzesco che secondo me è stato il valore aggiunto per poi riuscire a ottenere la qualificazione».

Dopo i Campionati italiani Juniores e Promesse vi aspetta la Finale Argento sempre al Galli. Obiettivi?

«Personalmente dopo la prova di qualificazione ho avuto sensazioni ottime in vista delle prossime gare. Sinceramente, però, non so quali siano gli obiettivi della società. Credo però che abbiamo buone potenzialità per fare bene, aiutati anche dal fatto che giochiamo in casa, e possiamo sfruttare le nostre punte di diamante. Sarà importantissima la presenza del pubblico e spero che ci sia molta gente a tifarci. A livello individuale, invece,  conosco soltanto alcuni atleti che potrebbero gareggiare contro di me. Sono molto forti ma sono fiducioso sui miglioramenti visti quest’anno, in particolare nelle ultime settimane. Cercherò di prolungare la striscia di buoni risultati visti sia in gara che in allenamento dopo la prima fase dei Cds, che invece è stata piuttosto deludente: io e il mio allenatore siamo molto carichi e siamo certi di poter fare una buona prova».

Calendario gare, i principali appuntamenti del weekend

Dal 25 al 26 maggio si svolgeranno, a Piacenza, i Cds Cadetti e Cadette. Oltre ai vari meeting in giro per l’Italia, poi, domenica 26 + anche il giorno della 47^ edizione della 100 km del Passatore. In bocca al lupo a tutti i nostri atleti in gara!

Cds Allievi, Atletica Imola quasi sicuramente qualificata alla finale Interregionale

Sabato 18 e domenica 19 maggio a Ferrara era in programma la 2^ fase dei Cds Allievi/e. La nostra società ha chiuso, tra gli uomini, al 5° posto con 10.884 punti che dovrebbero garantire la qualificazione alla finale Interregionale di fine settembre, per le prime 60 formazioni. Tra i risultati, a livello individuale, successo per Lorenzo Landi negli 800 (2’01’’94), terzo posto per Riccardo Ghinassi nei 3000 (9’14’’32) e buon 200 per Pietro Carnevali (8° in 23’’63). Miglioramenti, inoltre per Marco Fabbroni nel martello (2° con 48.58) e Luca Ghini nell’asta (1° con 3.30). Buona prestazione anche per la 4×400 (Pietro Carnevali, Alessandro Tognin, Francesco Bussolari e Lorenzo Landi) che ha chiuso al 2° posto con il tempo di 3’34’’43.

Campionati di società, 3° posto nella tappa di Modena per l’Atletica Imola

Sabato 11 e domenica 12 maggio, infatti, era in calendario la 1^ fase dei Cds Assoluti. Nelle due prove di qualificazione (la prossima sarà l’1 e il 2 giugno a Imola) contano solo i risultati tecnici e non i piazzamenti. Per accedere, quindi, alla finale Argento, in programma dal 15 al 16 giugno sempre al Romeo Galli di Imola, è necessario essersi qualificati tra le prime tre classificate nella finale Bronzo nel 2018 (risultato già conquistato dalla nostra società) e, in più, aver ottenuto almeno la somma di 14.800 punti su 18 delle 20 gare in calendario.

A Modena l’Atletica Imola Sacmi Avis ha conquistato 13.717 punti e proverà così a raggiungere il punteggio utile nella tappa di casa. In evidenza Francesco Conti che ha regolato tutti sia nei 400 (48’’19 e secondo tempo personale di sempre) che negli 800 (1’54’’11). Successo anche per la staffetta 4×400 (Pederzoli, Conti, Pagnini e Ghilardini) che ha chiuso in 3’20’’93. Argento, invece, per Alessio Costanzi che nel disco ha superato quota 50 metri (50.07) stabilendo così il suo nuovo personale e conquistando il record imolese, e anche per Andrea Fagliarone nel martello (50.11).

Nel complesso, comunque, alcuni atleti hanno già conseguito punteggi utili: Andrea Cavini (100), Enrico Ghilardini (200 ma migliorabile a Imola), Francesco Conti (400 e 800, ma quest’ultimo migliorabile a Imola), Riccardo Gaddoni (1500 e 5000 ma quest’ultimo migliorabile a Imola), Simone Bernardi (3000 siepi), Martino Filippone (110 hs migliorabile a Imola dove ci sarà anche Michele Brini), Andrea Mazzanti (lungo ma migliorabile a Imola dove ci sarà anche Alessio Comel), Pietro Ravagli (triplo), Alessio Costanzi (peso e disco), Andrea Fagliarone (martello), 4×100 (Mazzanti,Cavini,Pagnini, Ghilardini) e 4×400 (Pederzoli, Conti, Pagnini, Ghilardini). Inoltre al Romeo Galli si aspettano i ritorni di Michele Brini (giavellotto), Alessio Comel (asta), Pietro Ravagli (alto) ed Andrea Mazzanti (400 hs).