Tag: sacmi avis

Cds Assoluti, il «Galli» si fa bello con il successo della Finale Argento

Successo doveva essere e così è stato. La Finale nazionale Argento dei Cds Assoluti, disputata al Romeo Galli dal 15 al 16 giugno, ha infatti rispettato i pronostici e, complice un’organizzazione perfetta da parte della nostra società, è risultata essere uno degli eventi più apprezzati nel panorama nazionale. «Tutte le squadre partecipanti sono venute a farci i complimenti – ha commentato il presidente Massimo Cavini -, affermando che nemmeno in eventi più importanti hanno trovato questo tipo di organizzazione. Per noi questo è motivo di orgoglio e lo è anche per la città, con circa cinquecento persone che hanno riempito gli alberghi. A livello sportivo poi abbiamo visto al via atleti di primissimo valore che hanno dato vita a gare di assoluto livello, complice anche la nuova pista molto veloce».

Per la cronaca le vittorie sono andate, tra gli uomini, all’Assindustria Sport Padova (159 punti) mentre, tra le donne, alla Pro Sesto Atletica (158 punti). Solamente nona la Sacmi Avis (123 punti) che così è retrocessa in Bronzo, insieme a Quercia Trentingrana Rovereto, Aden Exprivia Molfetta e Cus Torino. «Siamo stati anche sfortunati, perché finiti a pari merito con l’Emilsider Bologna, ma condannati per una vittoria individuale in meno – ha precisato Cavini -. Durante questi due giorni abbiamo perso qualche punto in diverse gare, altrimenti avremmo potuto lottare per le prime posizioni. La prestazione complessiva non è stata ottimale, ma alcuni nostri atleti sono stati fantastici. Alla fine, però, la Finale Argento si è dimostrata equilibrata e i risultati hanno confermato i pronostici della vigilia».

Alla prossima finale Oro, quindi, parteciperanno tra gli uomini, oltre ovviamente a Padova, anche Virtus Cassa di Risparmio Lucca, Cus Palermo e Brugnera Friulintagli (132,5). Al femminile, invece, in aggiunta al club lombardo anche Toscana Atl. Empoli Nissan, Us Quercia Trentingrana Rovereto e Atl. Arcs Cus Perugia. «Padova ha meritato il successo – ha concluso il presidente -, perché si è dimostrata una società di altra categoria».

PRESTAZIONI INDIVIDUALI. Da segnalare la 18enne Vittoria Fontana (Fanfulla Lodigiana) che ha bissato la vittoria nei 100 anche nei 200 con un ottimo 23’’65, migliorandosi di quasi tre decimi e diventando l’ottava under 20 italiana di sempre. La mezzofondista Eleonora Vandi (Atl. Avis Macerata), invece, ha conquistato gli 800 in 2’04’’54. Applausi, infine, nell’asta per la 24enne Francesca Boccia (Atl. Livorno), protagonista di un doppio record personale fino a 4.20. In campo maschile, nei 200, il 22enne Diego Pettorossi (Emilsider Bologna) con 21’’04 ha tolto quindici centesimi al proprio personale, dopo essere sceso a 10’’52 nella vittoria sui 100. Nel peso, successo per il bronzo olimpico giovanile Carmelo Alessandro Musci (Atl. Aden Exprivia Molfetta) con 17.66 che poi si è ripetuto nel disco (53.01). Doppiette, inoltre, anche per l’ugandese Oscar Chelimo (Assindustria Sport Padova) nei 1500 e nei 3000 e per Monia Cantarella (Atl. Arcs Cus Perugia) nel peso e nel disco.

SACMI AVIS. Nonostante il 9° posto finale sono arrivate tre medaglie per la nostra società. Oro per un grandissimo Francesco Conti che, negli 800, ha fermato il cronometro in 1’53’’90. Stesso metallo prezioso anche per la staffetta 4×400 (Lorenzo Pederzoli, Enrico Ghilardini, Alex Pagnini e Francesco Conti) che, con 3’15’’46, oltre a frantumare il record imolese, ha staccato il pass per campionati italiani assoluti. Ottimo 3° posto, invece, per Michele Brini nel giavellotto. Per lui, in forse fino all’ultimo causa infortunio, nuovo record imolese con 59.39, mentre nei 110 hs ha firmato il suo personale (5° in 15’’01). Nessuna medaglia, ma complimenti, infine, per Andrea Mazzanti che si è migliorato ancora nei 400 hs (55’’49) chiudendo 8°, per poi sostituire egregiamente Pietro Ravagli nel triplo.

Risultati e classifiche: http://www.fidal.it/risultati/2019/COD7609/Index.htm

L’ORO TRICOLORE INDOOR DI MICHELE BRINI. «CHE SODDISFAZIONE SEI ANNI DOPO L’ULTIMA VOLTA»

Dopo gli ottimi risultati del weekend per i nostri colori, a parlare è Michele Brini, fresca medaglia d’oro ai Campionati italiani di Prove multiple. «È stata una bella soddisfazione – ha commentato il classe ’98 -, perché sono passati sei anni dall’ultima volta che avevo vinto un Campionato italiano. L’ho rivinto al coperto e, per un atleta dalle mie caratteristiche, la gara di Prove multiple indoor è sicuramente quella che mi si addice di meno, visto che sono un buon lanciatore e qui i lanci sono praticamente assenti (c’è solo il peso). In più mi trovo meglio sulle dieci gare rispetto alle sette previste in questa manifestazione».

Qualche rimpianto su ogni singola prova?

«Fare tanti punti conta sempre meno che vincere. Avrei voluto fare meglio praticamente in tutte, perché in ognuna posso migliorare tantissimo e poi perché il punteggio finale non mi ha soddisfatto molto».

Dietro di te è arrivato Alessio Comel. Cosa ne pensi del nuovo acquisto per la nostra società?

«E’ un ragazzo molto forte che per fortuna sono riuscito a portare a Imola perché avevamo bisogno di un saltatore e lui è un grandissimo saltatore. La sua gara è stata simile alla mia, un po’ sottotono a livello di punteggio, ma può migliorare ancora tantissimo nei lanci e nei salti. Sebbene questi ultimi siano il suo pane, ha ancora degli ampi margini di miglioramento. Alla fine però conta vincere una medaglia e lui è stato bravo. Insieme poi facciamo parte della Track & Field Academy».

Di cosa si tratta?

«E’ un polo di allenamento situato nell’hinterland milanese tra Milano e Varese, composto al momento da 10-12 ragazzi e creato dal nostro allenatore Andrea Calandrina. L’obiettivo è quello di metterci nelle condizioni migliori per allenarci nelle Prove multiple e nel salto con l’asta. In pratica ci alleniamo insieme, viviamo insieme e ci vediamo tutti i giorni. Inoltre gli impianti indoor e le strutture di livello, le collaborazioni con allenatori internazionali, oltre alla possibilità di partecipare a competizioni importanti anche in giro per l’Europa sono alcuni tra i grandi vantaggi di far parte di questo gruppo. Non è un caso, comunque, che i primi sei ragazzi, tra i sette della classifica generale assoluta dei Campionati italiani indoor di Prove multiple, facciano parte di questo polo».

Dopo l’oro quali sono i tuoi obiettivi stagionali?

«Certamente mi voglio preparare al meglio per la stagione all’aperto e mi piacerebbe anche vestire nuovamente la maglia della Nazionale, così come accade l’anno scorso anche se in un evento di contorno. Nel 2019 ci saranno anche gli Europei U23, le Universiadi e la Coppa Europa per Nazioni (dove si gareggia con i grandi senza limiti di età), mentre non so ancora se parteciperò ai Campionati italiani assoluti o a quelli riservati agli U23».

PROVE MULTIPLE INDOOR, MICHELE BRINI CAMPIONE ITALIANO PROMESSE. 2° ALESSIO COMEL

Alessio Come (46) e Michele Brini (45) sulla pista di Padova

Fine settimana ricco di gare e soddisfazioni per l’Atletica Imola Sacmi Avis che ha decisamente iniziato con il piede giusto questo nuovo anno. Tanti i nostri portacolori che hanno preso parte alle varie gare in giro per l’Italia, a testimonianza del periodo già intenso di eventi a cui la società sta partecipando, ottenendo risultati di tutto rilievo.

Alessio Comel e Michele Brini a Padova

PADOVA. Sabato 26 e domenica 27 si sono svolti i Campionati italiani Prove Multiple indoor. Grandissima soddisfazione per la nostra società che ha visto trionfare, nella categoria Promesse, il classe ’98 Michele Brini con 4.994 punti. Nelle sette prove previste, va segnalato l’ottimo 8’’50 nei 60hs a cui si sono sommate le buone prove nei 60 piani (7’’42), nel lungo (6.72), nel peso (11’’54), nell’alto (1.80), nell’asta (4.20) e, per finire, nei 1.000 metri (2’49’’72). A completare l’opera il 2° posto del neo acquisto Alessio Comel che ha chiuso la due giorni con 4.854 punti, grazie ai risultati importanti ottenuti soprattutto nel lungo (7.03) e nel salto in alto (1.92). Davvero un gran esordio per Alessio che non poteva certo partire nel modo migliore con indosso la sua nuova maglia societaria.

Continue reading

GARE INDOOR, MICHELE BRINI E RICCARDO GADDONI GIA’ IN FORMA

Proseguono le gare per l’Atletica Imola Sacmi Avis e per più di un centinaio di atleti che, nel weekend, si sono dati appuntamento sulle piste della regione, e non solo, per affinare la condizione in vista del nuovo anno agonistico.

INDOOR. Sabato 19 e domenica 20, al Meeting di Modena, Michele Brini ha fatto registrare il miglior tempo nei 60hs. Un ottimo 8’’34 che lo pone tra i migliori in Italia nella categoria promesse, oltre a garantirgli il minimo per gli assoluti. Lo stesso Brini ha poi anche chiuso al 3° posto nel salto con l’asta, mentre Alessio Comel è arrivato 6° sia nel salto in alto (1.90) che nel salto con l’asta (4.10). In gara era presente anche Martino Filippone che, all’esordio nei 60hs Juniores, ha conquistato il 3° posto ed il minimo per i campionati italiani (8’’57 in finale e 8’52’’ in batteria). Negli stessi giorni, ad Ancona, si è corso il Meeting nazionale assoluto dove Riccardo Gaddoni ha vinto gli 800 in 1’55’’03. Nei 60 metri, invece, Andrea Cavini ha fermato il cronometro ad un poco soddisfacente 7’’09, ma ha avuto l’onore di correre in batteria con il recordman italiano dei 100 piani Filippo Tortu. Delusione, invece, per Simone Bernardi che ha terminato 7° nei 1500 (4’10’’51), in una gara comunque di scarso livello.

CROSS. Domenica 20, infine, era in calendario la 1^ prova dei Cds di Cross a Cesena dove erano impegnati 68 nostri atleti. Tra gli Allievi, finiti terzi nella classifica finale (268 punti), buon 5° posto nei 4 km per Riccardo Ghinassi (13’08’’). Gradino più basso del podio anche per le Cadette (340 punti), dove la migliore è stata Lovepreet Rai lungo i 2 km del percorso (20° in 7’54’’). Stesso risultato, infine, per le Ragazze (390 punti) in cui a brillare, nel km e mezzo, è stata Sara Folli (12° in 5’25’’).

Andrea Mazzanti campione regionale nell’Eptathlon Indoor

Con l’inizio del nuovo anno sono riprese anche le gare per l’Atletica Imola Sacmi Avis, ovviamente al coperto.

Tra sabato 12 e domenica 13, a Padova era in calendario il Campionato individuale di Prove multiple indoor. Nella gara dell’eptathlon, valida anche per l’assegnazione del titolo regionale Emilia-Romagna (come da accordi tra le due regioni) il nostro Andrea Mazzanti ha concluso 7° (4.133 punti) ma, in virtù del primo posto tra gli atleti emiliano-romagnoli, si è laureato campione regionale della specialità. Risultato ottenuto grazie ai buoni risultati conquistati nei 60 metri (7’’34), salto in lungo (6.65), peso (8.65), salto in alto (1.62), 60 ostacoli (9’’04), salto con l’asta (3.30) e 1000 metri (3’08’’58). Mazzanti, con i compagni Michele e Alberto Brini ed il nuovo acquisto Comel, tornerà in pista anche a fine mese per i Campionati italiani di Prove Multiple indoor (26-27 gennaio a Padova) e, insieme, formeranno uno squadrone al prossimo Campionato di società di Prove Multiple.
Continue reading