Promesse di Romagna – Le premiazioni dei migliori del 2022

Promesse di Romagna

Le premiazioni dei migliori del 2022

Appuntamento sabato 4 febbraio 

Sabato 4 febbraio è in programma la premiazione finale delle Promesse di Romagna 2022. Tanti i giovani ospiti attesi: il regolamento prevede infatti che siano premiati tutti i bambini che abbiano disputato almeno 11 gare tra le 18 che compongono il circuito.

La novità

Per la prima volta, nella stagione appena conclusa ai bambini nati dal 2007 al 2020 si aggiungono gli Allievi (2005-2006, che hanno corso 2 km). Le gare si svolgono su percorsi che variano, a seconda della categoria, da 500 metri a 1,5 km e su diverse tipologie di terreno: pista, strada, cross.

Il Giro dei Tre Monti

Appuntamento particolarmente importante e prestigioso del circuito è stata la 14^ tappa: la gara del Giro dei Tre Monti, nel tracciato dell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola. In questa occasione, ben 78 piccoli corridori figuravano iscritti all’Atletica Imola, fra gli oltre 200 partecipanti a questo atteso appuntamento tra quelli delle Promesse di Romagna.

I numeri

Nel corso del 2022, sono stati 90 i giovani atleti della Sacmi Avis che hanno disputato almeno una gara del circuito, su un totale di circa 600 bambini diversi che hanno preso parte a al circuito.

Ecco quindi di seguito gli atleti dell’Atletica Imola Sacmi Avis che sabato 4 saranno premiati alla festa delle Promesse di Romagna 2022.

I premiati

Con 17 gare disputate, in cui si è sempre classificato al primo posto, 1°assoluto, Cat. C Masc. , Achille Beccari (2012); 1°assoluta, Cat. A Femm., Giada Martelli (2007,.); 1° del 2011 Diego Polpettini, 3° del 2012 Alessandro Poggi, 1°assoluto, Cat. E Masc., Francesco Bernabei (2015).

Da citare anche: Letizia Mengozzi (2008, Cat. A Femm.), che nelle cinque gare disputate è sempre arrivata 1^; Matteo Mazzini (2009, Cat. B Masc.), che su sei gare disputate è arrivato 1° ben cinque volte; Marco Cremonini (2009, Cat. B Masc.), che ha disputato tre gare vincendo due volte; Margherita Castagnari, (2011, Cat. C Femm.), che ha disputato otto gare vincendole tutte; Eleonora Morsiani (2011, Cat. C Femm.), che nelle dieci gare disputate ha ottenuto ben tre medaglie di bronzo; Elia Maccaferri (2011, Cat. C Masc.), che nelle nove gare disputate ha ottenuto diversi piazzamenti entro i primi sei; Julia Wiktoria Sroka (2014, Cat. D Femm.), una gara e una vittoria, Lorenzo Rubini (2015, Cat. E Masc.), due gare e due vittorie.

Complimenti a tutti e appuntamento alla prossima gara!

Si ringrazia per la collaborazione Elsa.

Indoor: titoli regionali, minimi e primati personali nel weekend

Nel fine settimana si sono svolte diverse manifestazioni indoor: gli atleti imolesi erano impegnati a Modena e Parma ai Campionati Regionali per le categorie allievi, juniores e promesse, e ad Ancona ad un meeting nazionale.

MODENA

La prima giornata dei Campionati Regionali si è disputata all’impianto indoor di Modena e ha visto andare in scena lo sprint e gli ostacoli. I migliori risultati sono arrivati dagli juniores. Enrico Yeboah Moses ha corso la batteria in un 7’’17 che gli è valso l’ultimo biglietto disponibile per la finale. Si è poi rifatto in finale, correndo in 7’’07 (secondo miglior tempo di sempre a 1/100 dal PB) per il quarto posto e vincendo il titolo regionale, in quanto i primi tre atleti al traguardo non erano dell’Emilia-Romagna. Per sottolineare i miglioramenti di Enrico, basta considerare che il 7’’17 è il suo peggior tempo della stagione, ma è più veloce di 1/10 rispetto al miglior tempo del 2022. Ottima prestazione anche da parte di Simone Ferrari: con 7’’24 si è migliorato di 1/100 in batteria piazzandosi al 10° posto; nella successiva finale B ha poi concluso al secondo posto (ottavo atleta in totale) correndo in 7’’19 e migliorando ancora il suo primato personale. Le batterie dei 60 hanno poi visto al 14° posto Matteo Rosadi (7’’32), al 30° Gabriele Ricci (7’’52), poi Davide Venieri (39°, 7’’66), Riccardo Lanzilotti (42° al primato personale con 7’’70), Pietro Donegaglia (49°, 7’’89) e Marcello Filippone (50° con 7’’94, primato personale).

Bene anche la categoria juniores al femminile: Guia Fattorini nei 60 metri ad ostacoli ha corso due volte il primato personale, segnando 9’’65 in batteria e 9’’56 in finale con un importante miglioramento di 19 centesimi rispetto al primato del 2022. Sui 60 piani Chiara Baldi ha concluso al 13° posto in 8’’43, davanti a Sara Conti (16^ al primato in 8’’58) e a Caterina Vanni (20^ in 8’’78, anche lei al primato personale).

Tra gli allievi il migliore imolese è stato Daniele Cetrone, che ha corso il primato personale di 7’’54 per il 10° posto. Dietro di lui si sono classificati Antonio Pio Dettoli (29°, 7’’71) e Alessandro Tampellini (44° in 7’’99, PB). Tampellini ha inoltre corso i 60 ostacoli, piazzandosi all’undicesimo posto con il nuovo primato personale di 10’’03. Al femminile bel personale per Benedetta Drago nei 60 ostacoli (7’’50 per il settimo posto), che ha inoltre corso i 60 piani in 8’’42 (30^) davanti a Lucilla Mondini (8’’74, primato personale). Continua a leggere

L’allievo supera il maestro. Il decatleta tiene testa.

Un weekend ricco di appuntamenti indoor ha visto gli atleti della Sacmi Avis impegnati negli impianti da Padova ad Ancona, passando per Bergamo, Parma e Modena.

Sfida “a distanza” tra i decatleti impegnati sui 60 hs: Simone Ronzoni a Bergamo chiude in 8”92, mentre a Parma Andrea Mazzanti corre in 9”02.

Debutto per Chris Garsone sui 50, buone prove nel lungo per Matilde Martinelli e Alessandra Sabattini, entrambe non troppo lontane dal personale.

Nel palazzetto emiliano giornata no per Federico Ferrucci nell’asta, che trova il riscatto il giorno successivo ad Ancona con un discreto 3,80. Ma la notizia è che l’allievo (lo junior) supera il maestro: Marcello Filippone infatti, allenato proprio da “Ferro”, con 3,90 eguaglia il proprio personale.

Ad Ancona arrivano buoni risultati dal settore velocità: Lorenzo Pederzoli si migliora sui 60 piani, eguagliando il decatleta compagno di squadra Andrea Mazzanti (7”24).

Sulla stessa distanza in gara anche i giovani provenienti da Lugo e Castiglione: Antonio Pio Dettoli, Pietro Donegaglia, Luca Boghi e Matteo Rizzo, che in preparazione delle multiple corre anche i 1500. Nei 60 donne Chiara Baldi corre in 8”25.

Sui 400, buona prova dell’allievo Alessandro Bacci (51”98), che purtroppo non riesce a centrare il minimo per i campionati italiani di categoria. Tommaso Frontali all’esordio sulla distanza al coperto abbatte di quasi un secondo il personale outdoor, correndo in 56”10 e arrivando alle calcagna del compagno di allenamento Jacopo Torri (55”81).

Infine, sempre ad Ancona l’esperta Eleonora Rossi salta 3,25 nell’asta donne, mentre a Padova Asja Cilini chiude i 3000 di marcia con un buon 16’30”32.

Comincia la stagione dei cross: C.d.S. assoluti, giovanili e master a Castel San Pietro

Domenica 22 gennaio si è svolta a Castel San Pietro la prima prova dei campionati di società di corsa campestre, in un percorso duro e reso difficile dalle condizioni atmosferiche.

Il risultato principale è stato il terzo posto nella classifica per società per la formazione juniores donne. Grazie al quinto posto di Sara Morini, in costante crescita lungo tutto l’inverno, a Serena Plazzi (19^), Chiara Galegati (21^) e Giulia Conti (22^) la squadra ha totalizzato 558 punti, con un distacco di 15 punti dalla Corradini Rubiera (seconda) e a 36 dalla capolista Fratellanza.

Nella prova promesse/senior di 8km ottimo risultato per Riccardo Dall’Osso, che con una prova in progressione termina al 33° posto e primo tra gli atleti imolesi, battendo diversi avversari di riferimento nella stagione in pista. Seguono Riccardo Gaddoni (44°), Gianluca Scardovi (50°), Luca Cavina (59°, penalizzato da una caduta) e Fabio Bartolini (95°). Non termina purtroppo la gara Nicola Baldisserri, a causa di una distorsione ad una caviglia. La formazione assoluta, segnata dalle assenze di Ricciardi e Malpighi, ha ottenuto la decima posizione nella classifica per società. Samuele Grillini ha invece concluso al 22° posto la prova juniores. Continua a leggere

Indoor e strada: altro weekend di primati personali

Nel fine settimana del 14 e 15 gennaio sono andati in scena diverse manifestazioni indoor, dove diversi atleti hanno migliorato i propri primati personali. Bene Ricciardi a Valencia nei 10km su strada.

Lorenzo Pederzoli (foto Marastoni)

Nel rinnovato impianto indoor di Modena scendono in pista gli sprinter nella giornata di sabato e i saltatori domenica. Nei 60 piani grande gara di Enrico Yeboah Moses, che in batteria ottiene 7’’06: questo risultato migliora il primato di 7’’11 ottenuto la settimana precedente ad Ancona e rappresenta il minimo per i Campionati Italiani di categoria. Classificatosi al 21° posto delle batterie Enrico corre la quarta finale, concludendo al quinto posto con 7’’11: nelle quattro uscite di quest’anno ha quindi corso nettamente più veloce del precedente primato personale di 7’’27. Nelle graduatorie dei 60 metri troviamo a pari merito al 53° posto Matteo Rosadi e Andrea Mazzanti con 7’’31, poi un Lorenzo Pederzoli versione sprinter che si migliora correndo in 7’’33 (59°). Altro risultato a pari merito per Alessandro Dalpane e Gabriele Ricci con 7’’51 (primato personale per entrambi), seguiti da Francesco Venieri (7’’58) e i primati personali di Enea Zaccarini (7’’64) e Marcello Filippone (7’’95).

Nei 60 metri ad ostacoli per il settore assoluto troviamo Andrea Mazzanti all’ottavo posto in 9’’13 e Martino Filippone con la nuova divisa del C.U.S. Palermo. Martino si è infatti trasferito per motivi di studio in Sicilia ed è stato raggiunto l’accordo per il prestito nella stagione 2023; Martino ha corso la batteria in 8’’83 e la finale in 8’’84, a circa due decimi dal primato personale. Enea Zaccarini debutta nei 60 hs riservati agli allievi con un buon 10’’12 classificandosi al 10° posto.

Al femminile nei 60 piani la migliore lughese è l’ostacolista Valentina Bianchi, che corre 7’’95 in batteria per il 19° posto; nella finale 4 conclude al quarto posto in 8’’01. Benedetta Drago al debutto sulla distanza corre in 8’’41, davanti ad Alice Santi (8’’63) e a Irene Gullini (8’’71, primato personale). Nei 60 hs Valentina corre 9’’01 sia in batteria che in finale per il quinto posto, mentre Anna Venieri è ottava con 9’’17. Benedetta Drago conclude al nono posto in 9’’73 i 60 hs allieve. Continua a leggere