Campionati italiani allievi, sfortunata Rai. Palmonari quinta in rappresentativa, vittorie per Mengozzi e Mazzini.

miglior risultato della manifestazione è il nono posto di Lovepreet Rai negli 800 allieve, ma il risultato è agrodolce: Rai conclude infatti al secondo posto nella sua batteria, con un ottimo 2’15’’80 che rappresenta il suo secondo miglior tempo di sempre, ed è in lizza per l’ingresso in finale tramite i tempi di ripescaggio (quattro batterie, passano le prime atlete più i quattro migliori tempi), ma nella terza batteria un’altra atleta corre il medesimo tempo. Tutti si aspettavano una finale a nove invece che a otto, ma la giuria controlla invece i millesimi di secondo dei tempi delle due atlete: con 2’15’’794 Sofia Camagna della Bracco entra in finale, mentre Rai con 2’15’’797 rimane fuori per soltanto tre millesimi di secondo. L’atleta di Ercolani non si abbatte e corre anche i 1500 metri il giorno successivo, conclusi al 12° posto (terza nella propria serie) in 4’47’’31, secondo miglior tempo di sempre anche su questa distanza a 15 centesimi dal primato personale.

Nelle altre gare Sophia Osayande ottiene l’undicesimo posto nel lancio de disco con 32,27 metri, ottimo risultato dato che entrava in gara con la 20^ misura tra le partecipanti. Nel lancio del martello Elena Ghini è sedicesima con il primato personale di 45,85 metri, migliorandosi di quasi un metro (primato precedente 44,93m); nel secondo gruppo, il più accreditato, delude Elena Odion con 43,73 metri e il 20° posto finale. Nel martello maschile è invece 25° Nicola Donati con 39,19 metri. Sui 100 metri Enrico Yeboah Moses conclude in 11’’30 (-1.0), mentre nella marcia femminile è 27^ Asja Cilini con 27’49’’74 sui 5000 metri, al rientro dopo alcuni problemi fisici.

Al Trofeo Pratizzoli, manifestazione per le rappresentative regionali della categoria Cadetti, è quinta l’altra marciatrice Beatrice Palmonari in 16’59’’59, scendendo per la prima volta sotto ai 16’ e abbattendo il primato personale precedente di più di 20 secondi. Sempre a livello giovanile si è disputato un meeting di prove multiple Cadetti con gare di contorno per la categoria Ragazzi. Nel pentathlon Cadette medaglia d’oro per Letizia Mengozzi con 3117 punti (14’’ negli 80 metri con ostacoli, 1,32m nel salto in alto, 4,06m nel salto in lungo, 25,27m nel giavellotto e 1’44’’1 nei 600m). Tra i Ragazzi invece Matteo Mazzini ha vinto i 1000 in 3’10’’2 e si è classificato al quinto posto nei 60 metri.

Fiorano: RECORD IMOLESE di Luis Ricciardi nei 3000!

Giovedì 16 si è svolta la prima giornata del circuito “Challenge di Fiorano”, manifestazione in tre serate nella quale si svolgono soltanto gare di mezzofondo e marcia.

In una serata molto calda la gara clou è stata la serie più accreditata dei 3000 metri, organizzata per correre tempi tra gli 8’15’’ e gli 8’20’’. La gara aveva nel ruolo di “lepri” Riccardo Gaddoni (in ripresa da alcuni problemi fisici) e l’amico modenese Omar Stefani, che hanno tirato un passaggio regolare a metà gara di 4’09’’0. Una volta uscito Gaddoni è cominciata la gara vera: Ricciardi è rimasto alle calcagna dei battistrada, Boni della Self Atletica e Pasquinucci della Fratellanza, fino all’ultimo rettilineo quando ha sferrato il suo attacco. Con un ultimo chilometro in 2’41’’ si è aggiudicato la gara con un tempo di 8’17’’04, con il quale migliora il primato personale di ben sette secondi. Il risultato di Ricciardi supera inoltre il record imolese assoluto di Rudy Magagnoli, che nel 2002 (ben vent’anni fa!) aveva fatto segnare il tempo di 8’17’’83.

Campionati Italiani: Dall’Osso PB tra le Promesse, Dottori bronzo ai master. Cadette terze ai CDS, bene Morara in Germania.

Nel fine settimana dell’11 e 12 giugno si sono svolte diverse gare che hanno visto gli atleti imolesi protagonisti. Tra le categorie assolute da evidenziare i Campionati Italiani Promesse, mentre per le squadre Cadette e Cadetti hanno disputato la finale regionale dei CDS.

Ai Campionati Italiani di Firenze Riccardo Dall’Osso si migliora nei 3000 siepi correndo in 9’40’’31, primato personale di 16 centesimi nonostante la temperatura molto elevata. Bene anche Francesca Casprini (8^ nel lancio del disco con 41,96 metri), mentre Irene Gullini conclude i 400 metri ad ostacoli in 1’06’’85. Giornate no per Sofia Zanotti (12^ con 5,38 metri nel lungo) e per i due ostacolisti Martino Filippone e Valentina Bianchi, che dopo aver colpito un ostacolo non terminano le rispettive gare.

A Ravenna si è svolta invece la finale regionale dei CDS Cadetti e Cadette. Le due formazioni portano a casa ottimi risultati nella classifica finale di società, con le femmine al terzo posto e i maschi al sesto. A livello individuale da segnalare la vittoria della formazione 4×100 maschile, con Antonio Pio Dettoli, Luca Martelli, Luca Giovannini e Chris Garsone sul gradino più alto del podio in 48’’54. Oro anche nella marcia femminile, con Beatrice Palmonari vittoriosa sui 3000 metri con il tempo di 16’28’’79 (quarta migliore prestazione di sempre, a sette secondi dal primato personale: Beatrice ha corso cinque volte tra i 16’21’’ del suo primato e i 16’30’’ nel 2022!). Nella stessa gara è ottava Aida Folli con 19’50’’30.

Altre medaglie dai settori femminili di lanci e nel mezzofondo: nel martello è seconda Emma Cervellati con 27,22 metri, con Bianca Balducci quarta con 26,67. Nei 1000 metri Giada Martelli ottiene la medaglia di bronzo con il primato personale di 3’15’’59, mentre Viola Di Renzo è sesta con 3’19’’39. Bronzo anche nei 1200 metri con siepi per Letizia Mengozzi, che porta il suo primato personale a 4’07’’23 mentre Rebecca Musto conclude settima con il primato personale di 4’25’’67.

Altri piazzamenti di rilievo: al maschile Alessandro Merlini è quarto nel giavellotto (35,93m) e settimo nel martello (32,29m); Riccardo Nataloni conclude 5° nei 300 ostacoli (43’’67) e sesto nei 1200 siepi (3’49’’46); Luca Avoni ottiene un doppio settimo posto, nel salto in lungo (5,37m) e nel salto in alto (1,56m). Tra le cadette nei 2000 metri sesto posto per Di Rienzo (7’20’’54) e nono per Musto (7’38’’31); settimi posti nel lancio del giavellotto per Balducci (24,29m), nel salto in alto per Sofia Pirazzoli (1,40m) e nel salto con l’asta per Maddalena Pagani (1,90m al primo tentativo). Nell’asta ottiene 1,90 anche Pirazzoli, ma il maggior numero di errori la fa retrocedere al nono posto nella classifica finale. Infine la 4×100 femminile, formata da Anita Afflitti, Beatrice Palmonari, Giada Martelli e Eva Turrini conclude ottava con 56’’28.

Altri risultati del settore assoluto e master in Italia e in Europa: ai Campionati Italiani Master l’inossidabile Daniele Dottori (categoria SM60) ottiene la medaglia di bronzo negli 800 con 2’24’’29 e il quarto posto nei 1500 con 4’50’’92. Al meeting “Tag der Überflieger” di Essen, in Germania, Marta Morara pareggia nuovamente il primato personale outdoor saltando 1,85m, con un buon tentativo a 1,88 per il terzo posto finale. Al Memorial Serresi di Ancona Mattia Turchi migliora di un decimo il personale sugli 800 concludendo in 1’55’’58.

I meeting nazionali ed internazionali tra il 20 e 29 maggio

Nei due fine settimana tra il 20 e il 29 maggio sono andati in scena diversi meeting a livello nazionale ed internazionale.

Il 22 maggio si è svolto il Castiglione Meeting, meeting internazionale trasferito a Grosseto per le migliori condizioni soprattutto a livello ventoso. Francesco Conti è sceso in pista al suo primo 800 della stagione. Con una gara molto coraggiosa, che lo ha visto in terza posizione fino agli ultimi 100 metri, ha corso il primato personale (e record imolese) di 1’46’’78, nonostante un notevole calo nel finale. Marta Morara nel salto in alto ha ottenuto la misura di 1,80 metri.

Nello stesso fine settimana si sono svolti i Campionati Nazionali Universitari a Cassino (FR): Riccardo Gaddoni (CUS Modena-Reggio) ha concluso al sesto posto gli 800 in 1’53’’35 (primato stagionale), mentre Nicola Baldisserri (CUS Bologna) al settimo posto i 3000 siepi in 9’54’’65, a meno di un secondo dal primato personale fatto registrare la settimana precedente.

Il 25 maggio si sono svolti due meeting. A Lahti (Finlandia) Francesco Conti ha partecipato al Motonet GP, meeting internazionale parte del World Athletics Continental Tour: nonostante sperasse in un passaggio veloce per ottenere lo standard per i Campionati Europei di Monaco (1’45’’90), ma un passaggio in 54’’ al primo giro ha reso impossibile il tentativo. Francesco ha comunque concluso in 1’47’’39, classificandosi al secondo posto. Al Meeting Silver Lombardia di Zogno (BG) Luis Ricciardi ha concluso al 16° posto i 5000 metri in 14’41’’88.

Due meeting anche domenica 29 maggio: al Meeting Internazionale “Città di Lucca” Marta Morara salta il primato stagionale di 1,85 metri (primato personale outdoor eguagliato), sbagliando di poco la quota successiva di 1,87 che sarebbe stato il primato personale assoluto. Marta conclude la gara al secondo posto, a pari misura con Erika Furlani ma con due errori in più. Infine, a Bressanone si è svolto il tradizionale Brixia Meeting manifestazione internazionale riservata alle rappresentative Allievi di diverse regioni italiane e Baviera, Baden-Wuertemberg, Ticino e Slovenia. Enrico Yeboah Moses ha ottenuto il primato personale sui 100 metri (11’’19) classificandosi al nono posto. Nono posto anche per Nicola Donati nel lancio del martello (47,06 metri), mentre Sophia Osayande è 14^ nel lancio de disco (25,20 metri). Questi risultati hanno permesso alla rappresentativa regionale di terminare il meeting al settimo posto complessivo.

Campionati regionali: nove titoli tra Allievi, Juniores, Promesse e Assoluti.

Nelle ultime due settimane si sono svolti i Campionati Regionali Allievi/Junior/Promesse (21 e 22 maggio) e Assoluti (28 e 29), rispettivamente a Piacenza e Parma, con diversi atleti che hanno ottenuto il titolo e migliorato i propri primati. Continua a leggere