Categoria: Juniores

Risultati del weekend 24-25 aprile: ottimi risultati in tutte le specialità

Weekend di gare per l’Atletica Imola Sacmi Avis: nel tradizionale fine settimana che dà inizio ufficialmente alla stagione in pista, molti atleti hanno portato a casa ottimi risultati tra Piacenza (Meeting Primaverile), a San Marino, nella riunione che comprendeva in Campionati Nazionali, e a Modena al tradizionale Trofeo Liberazione. Continua a leggere

Personali e ricco medagliere nel primo weekend outdoor

Si apre la stagione outdoor. Nel rispetto delle norme “anti-covid” dettate da Coni e Federazione, il weekend del 10 e 11 aprile ha visto scendere in pista una numerosa compagine di atleti e atlete della Sacmi Avis (e dell’Icel Lugo) desiderosi di mettersi alla prova.

16 ori, 8 argenti e 5 bronzi, questo il bottino portato a casa dalle tre le sedi dove si sono disputate gare spurie, vale a dire distanze non olimpiche.

Modena.

Al Trofeo Casa Modena sabato spiccano i record personali dei lanciatori: nel disco, Alexander Geminiani è argento Junior con 38,37 m, mentre l’Allievo Vittorio Ragazzini fa segnare 35,59. Personale anche per Ilaria Rubbi nel peso Allieve con 11,50.

Sui 150, tra le donne buona prova per Valentina Bonetti (19”35) e Alice Santi (19”74), al maschile le prestazioni migliori sono di Gianni Bonetti, che corre in 16”79 e Lorenzo Pederzoli (17”32), impegnato anche sui 500 (1’08”34). Qui chiude al 1° posto tra gli Allievi Mattia Turchi con un ottimo 1’07”68.

Oro nella stessa categoria anche per la sua compagna di allenamento Sara Rai con 1’19”91, seguita da Silvia Bovolenta con 1’20”09. Nell’asta Federico Ferrucci torna a toccare quota 4 metri.

 

 

Misano.

Buone prove nella stessa giornata anche a Misano al Trofeo Primavera. Oro sui 2000 per Riccardo Ghinassi (5’39”55) e Maria Celesta Veroli (7’08”17), sui 150 per Denis Libofsha (16”30) e Sofia Zanotti (18”92). Sulla breve distanza, bronzo per Mattia Rondinelli (16”68) e Chiara Giovannini (19”13).

Cesena.

Domenica a Cesena al Trofeo Jingold sono ancora i lanciatori a trascinare il medagliere. Oro e personal best per Andrea Fagliarone nel martello Assoluti 51,88, stessa soddisfazione doppia nella categoria Allievi per Vittorio Ragazzini che lancia a 46,13, seguito sul podio dal compagno di squadra Nicola Donati con 45,11. Oro e personale sempre nel martello, tra le Allieve, anche per Elena Ghini 42,82 e argento per Giorgia Strazzari (41,06). Nel giavellotto argento per Lorenzo Morara con 52,25. Tra i velocisti conquista l’oro Denis Libofsha sugli 80 (9”04), mentre sui 300 ritornano in pista anche gli esperti lughesi Davide Bernabei (oro) e Ismail Grirane. Nel mezzofondo, raddoppiano la distanza corsa il giorno precedente Mattia Turchi e Jacopo Torri, entrambi al personale sui 1000 rispettivamente con 2’36”89 e 2’50”. Doppio impegno anche per l’Allieva Sara Rai che corre in 3’10”45. Da segnalare anche l’ottima prestazione sui 3000 della Master 45 Nadiya Chubak, con 10’42”03.

Prossimi appuntamenti.

Domenica 18 sarà la volta dei 10.000 in pista a Rubiera, dove sarà impegnato Riccardo Gaddoni. Le marciatrici Cadette Asja Cilini e Sara Ragazzini saranno invece impegnate in un meeting interregionale, mentre altri cadetti gareggeranno a Sasso Marconi al Meeting provinciale valido per la classifica del Campionato di Società di categoria.

 

Dai cross un argento e quattro bronzi tra classifiche individuali e di società

In contemporanea con i Campionati Italiani Assoluti di Ancona si è svolta a Correggio (RE) la seconda fase dei Campionati Regionali di Società di cross (anche Campionati Individuali di categoria), sotto severe regole anti-Covid (accesso al campo gara contingentato, mascherina obbligatoria per i primi 500 metri delle prove, tempo limite massimo per le gare più lunghe).

Il risultato principale è il secondo posto nella categoria Juniores maschile di Riccardo Ghinassi, stesso piazzamento della prima fase. Il recordman allievi dei 1500 va in fuga fin dalle prime battute con il reggiano Rondoni (Corradini Rubiera), al quale si deve arrendere soltanto nel finale portando a casa l’argento individuale e preziosi punti per la classifica di squadra. Nella stessa prova ottima nona piazza per Jacopo Torri, che si sacrifica correndo una gara molto più lunga rispetto ai suoi standard e conferma la prestazione del CdS di Reggio Emilia, nel quale si era classificato settimo. I piazzamenti nelle due prove di Ghinassi e Torri, oltre all’ottavo posto nella prima fase del mezzofondista veloce Lorenzo Landi, consentono di ottenere un ottimo terzo posto di squadra, considerando la composizione prevalentemente di ragazzi più portati per le distanze corte e non a proprio agio nei cross e l’assenza di Davide Lanconelli.

Altro bronzo di società nella categoria Allieve, trascinate dal quarto posto di Lovepreet Rai che dopo un’ottima stagione indoor (2’25’’49 e 1’02’’09 nella prima annata tra le grandi) si fa trovare pronta anche nei cross. Per la classifica di società sono stati determinanti i piazzamenti di Giulia Conti (25^) e Sara Morini (29^).

Nella categoria Juniores al femminile corre un’ottima gara Maria Celeste Veroli, al terzo posto eguagliando il piazzamento nella prima fase, mentre si piazza undicesima la compagna di allenamento Erika Bolognesi. Si classifica al terzo posto anche Riccardo Gaddoni nel cross corto (primo tra le Promesse), dopo aver condotto quasi tutta la gara in testa con il compagno Luis Ricciardi (classificatosi 4°) in una gara decisa da un serrato sprint finale vinto dal triatleta Chitti (CUS Parma) grazie alla sua maggiore potenza muscolare. Sulla stessa distanza tra le donne ottimo quinto posto di Nadiya Chubak, con Irene Dottori 10^ e Ambra Cani 17^.

L’ottocentista Mattia Turchi, allievo reduce da un campionato italiano indoor agrodolce la settimana scorsa, chiude la sua prova ad un buon quinto posto essendosi focalizzato maggiormente sulla stagione indoor. Riccardo Dall’Osso debutta invece nella categoria Promesse nei 10 chilometri piazzandosi al 65° posto nella classifica che comprende anche i Senior, dopo una preparazione invernale funestata da ben tre infortuni. Infine, Giorgia Bacchilega conclude 26^ nella prova riservata alle Promesse/Seniores donne nonostante alcuni problemi fisici nelle ultime settimane.

Indoor: stagione 2021 nel vivo e molti primati personali

Con i meeting nazionali di sabato 23 e domenica 24 gennaio gli atleti della nostra società stanno migliorando il loro stato di forma, finalizzando la preparazione in vista dei Campionati Italiani.

Nelle gare di Ancona il risultato migliore proviene dai 1500: Riccardo Ghinassi, junior al primo anno di categoria e già detentore del record imolese allievi sul miglio metrico, mostra un’ottima condizione e approfitta di una serie molto veloce per correre in 4’00’’79, suo secondo tempo di sempre e record personale indoor (precedente 4’01’’61, fatto segnare solo una settimana fa sempre ad Ancona). Con questo risultato consolida la sua seconda posizione nel ranking 2021 della specialità per gli under 20: per partecipare ai campionati italiani, secondo il nuovo regolamento, deve rientrare nei primi 6 atleti della sua categoria entro lunedì 1 febbraio. Nella stessa distanza discreta prestazione di Ismail Grirane, che torna in pista dopo diversi problemi con un 4’16’’09. Lorenzo Landi corre 4’27’’22, mentre alcuni problemi muscolari costringono Nicola Baldisserri al ritiro.

L’arrivo della finale dei 60m con Denis Libofsha (foto Carloni/FIDAL Marche)

Altra ottima prestazione nei 60 piani: Denis Libofsha, dopo aver pareggiato il suo miglior tempo una settimana fa, lo migliora di tre centesimi correndo in 6’’90 e vincendo la finale B, dopo aver fatto segnare 6’’97 in batteria. Questo tempo lo colloca momentaneamente al settimo posto nella graduatoria nazionale di categoria. Ottimo risultato del quattrocentista Davide Bernabei, che correndo in 7’’24 fa segnare il suo secondo miglior tempo di sempre. Soddisfatti anche Andrea Mazzanti, che al rientro dopo uno stop forzato di diverse settimane migliora di un decimo rispetto al meeting di Modena della settimana scorsa (7’’26), e Matteo Rosadi, al PB in 7’’55, mentre Francesco Cavina corre in 7’’42. Continua a leggere

Al via il 2021. Personali per Ghinassi e Ronzoni

 

Si apre con i personali di Riccardo Ghinassi e Simone Ronzoni il 2021 della Sacmi Avis. Il weekend del 16 e 17 gennaio ha visto impegnati gli atleti imolesi ad Ancona e a Modena.

Riccardo Ghinassi, new entry della categoria Junior, al Palaindoor di Ancona corre i 1500 metri in 4’01”61, record personale al coperto e suo secondo miglior tempo dopo il primato sociale Allievi ottenuto lo scorso ottobre. Personale indoor anche per l’allievo Mattia Turchi sugli 800 (2’00”58) e buona prova sulla stessa distanza di Jacopo Torri (2’09”25 a mezzo secondo dal personale). Denis Libofsha (Promesse) nella finale dei 60 piani eguaglia il proprio PB di 6”93.

Riccardo Ghinassi (foto Passerini/Atl-Eticamente Foto)

 

Oltre ai miglioramenti cronometrici, da Ancona arrivano anche due i primi posti a opera delle Promesse dell’Icel: Marta Morara, bronzo ai Campionati Italiani Assoluti lo scorso anno, nel salto in alto sfiora l’1,81 e supera la modenese Nicole Romani, Valentina Bianchi sui 60 piani si migliora in finale con 8”61. Bronzo per Luigi Provenzano nei 60 hs categoria Allievi.

Simone Ronzoni

Simone Ronzoni nel salto con l’asta a Modena (16 gennaio 2021)

Nel mezzofondo, Lovepreet Rai debutta nelle categorie assolute con una buona prova sugli 800 (2’27”90). Il difficile periodo di restrizioni non impedisce alla Master45 Nadiya Chubak di gareggiare sulla stessa distanza (2’36” per lei). Nel salto con l’asta, Eleonora Rossi torna a riconquistare la misura di 3,30.

Sul fronte di Modena erano invece impegnati i decatleti, autori nel 2020, per il secondo anno consecutivo, del primo posto in Italia nei Campionati di Società delle prove multiple. Due i record personali per Simone Ronzoni: un ottimo 4,20 metri nel salto con l’asta e 7”43 sui 60 piani. Nelle stesse specialità, a cui si devono aggiungere i 60 hs, è in gara anche Alberto Brini, che proprio sugli ostacoli chiude al 3° posto. In gara nei 60 piani sulla pista emiliana anche il capitano Andrea Mazzanti, che dopo un periodo di stop forzato ferma il cronometro a 7”36.