Categoria: meeting

Meeting d’Estate – Memorial Cavulli: primati personali per Fagliarone e Grirane, vittorie per Ghinassi, Filippone e 4×100

Mercoledì 7 luglio è tornata in scena l’atletica regionale al Campo Sportivo Romeo Galli, con ottimi risultati da parte degli atleti e delle atlete di casa.

Firenze 09/06/2017 Firenze Campionati Italiani Juniores e Promesse – foto di Giancarlo Colombo/A.G.Giancarlo Colombo

Lanci: Il risultato migliore per i colori imolesi proviene dal martello maschile, specialità nella quale Andrea Fagliarone migliora il proprio primato personale portandolo a 53,26 metri al primo lancio e continuando poi con un’ottima serie: 51,97, 51,13 e 51,91 prima di un 50,05 e un 49,04. “Faglia” consolida così la sua seconda posizione nelle liste all-time imolesi, dietro al 56,11 del coach Maurizio Strazzari del 2001. Con l’attrezzo riservato alla categoria Allievi primo posto per Vittorio Ragazzini con 46,96 (terza migliore prestazione di sempre). Il discobolo classe 2003 Jacopo Maccarelli è invece terzo nel getto del peso assoluto con 9,40. Continua a leggere

Global Running Day festeggiato alla grande con il Trofeo Goldoni-Benetti e il Meeting Internazionale “Città di Conegliano”

Global Running Day festeggiato alla grande con il Trofeo Goldoni-Benetti e il Meeting Internazionale “Città di Conegliano”

Il 2 giugno 2021, oltre ad essere Festa della Repubblica, è stato anche il Global Running Day, giornata per incoraggiare le persone ad uno stile di vita sano e attivo. Gli atleti dell’Atletica Imola Sacmi Avis e dell’Atletica Lugo hanno onorato questa giornata con ottime prestazioni ai meeting di Modena e Conegliano Veneto (TV).

Modena:

Al Trofeo Goldoni-Benetti di Modena, tradizionale appuntamento di fine maggio, i primi a scendere in pista sono gli ostacolisti. Martino Filippone è quinto nella prova riservata alle categorie Promesse-Senior in 15’’76, a soli 3/100 dal proprio primato personale; un’ottima prestazione a pochi giorni dai Campionati Italiani di categoria che si svolgeranno a Grosseto dall’11 al 13 giugno.

Nei 100 metri Gianni Bonetti corre un fantastico 10’’96 con però un vento a favore oltre la norma (+3.3); nelle altre serie Gabriele Ravagli va a 3/100 dal suo primato correndo in 11’’35, mentre Lorenzo Pederzoli continua a migliorarsi in questa distanza, correndo in 11’’41: nel 2021 si è migliorto per ben tre volte, per un totale di 21 centesimi di secondo.

Riccardo Dall’Osso ai Campionati Regionali Assoluti 2019

Grandi soddisfazioni anche dalle siepi, con Riccardo Dall’Osso che abbatte il proprio primato personale di 20 secondi correndo un gran 9’49’’85, tempo valido per la partecipazione ai Campionati Italiani Promesse. Riccardo ha migliorato il proprio record personale nel corso di questa stagione di quasi trenta secondi, nonostante avesse chiesto al tecnico Ercolani di focalizzarsi principalmente sulle distanze più corte. Nella prova femminile due vittorie su due gare in carriera per Maria Celeste Veroli, che migliora inoltre il proprio PB correndo in 11’49’’54; medaglia di bronzo per Giorgia Bacchilega, al primato stagionale in 12’14’’73.

Negli 800 metri altra vittoria di autorità di Francesco Conti: nella gara lanciata da un Riccardo Gaddoni ancora in versione “lepre” corre un gran 1’49’’66, primato stagionale e minimo per i Campionati Italiani Assoluti. Nelle serie successive Luis Matteo Ricciardi ferma il cronometro a 1’54’’23 (primato personale); si migliorano anche Nicola Baldisserri (2’01’’69) e Jacopo Torri (2’06’’34). Tra le donne la migliore è sempre l’Allieva al primo anno Lovepreet Rai, 12^ in 2’19’’56 (secondo miglior tempo di sempre); prosegue la crescita di Irene Dottori, al primato stagionale di 2’20’’28, miglior tempo fatto segnare dal 2017.

Francesco Conti vince il suo secondo titolo italiano in sette giorni (foto Colombo/FIDAL)

Capitolo 200 metri: Gianni Bonetti è nuovamente l’imolese più veloce con 22’’60 e il 20° posto finale, nuovo PB con stavolta vento +0.3. Primato anche per Lorenzo Pederzoli (22’’98) e Gabriele Ricci (23’’81), rispettivamente al 31° e 59° posto finale. Al femminile primato personale per Chiara Calgarini (25″54), Silvia Bovolenta (25″71),  Guia Fattorini (27″15) e Annagiulia Donati (27″39).

Nel salto in lungo femminile era in gara la velocista Stefania Di Cuonzo, che migliora il proprio primato con un balzo di 5,51 metri, con Greta Carnevali a 5,30 piazzandosi rispettivamente 6^ e 13^ tra le quattro serie in programma. Buoni risultati dai lanci per la categoria Allieve, con Ilaria Rubbi, bronzo nel getto del peso con 11,41 metri e Giorgia Strazzari che prevale su Elena Ghini nel martello 44,68 contro 42,67 metri, per il terzo e quarto posto finale. La master Sara Bonora è 4^ nel martello Assolute con 41,38 metri, poco distante dal proprio primato stagionale.

Conegliano:

Al Meeting Internazionale “Città di Conegliano – Trofeo Toni Fallai” era in gara Marta Morara, alla terza partecipazione ad un meeting internazionale quest’anno: la nostra saltatrice si è piazzata al secondo posto con il primato stagionale di 1,82 metri, sbagliando tre volte la misura a 1,85 metri del primato personale, scaldando i motori per i Campionati Italiani che la vedono come co-favorita.

Tornano gli Assoluti al Romeo Galli!

Domenica 23 ci sarà il primo meeting per la categoria Assoluti al campo sportivo imolese. Questa manifestazione in origine avrebbe dovuto rappresentare il secondo weekend dei Campionati di Società (che per effetto del regolamento 2021 non si svolgeranno, dato che potranno essere considerati i punteggi riferiti a tutti i risultati fino all’11 luglio), ed è stata separata dalla giornata del sabato, che si svolgerà a Faenza. Molti nostri atleti saranno in gara, con il desiderio di ottenere un buon risultato nella pista di casa nonostante l’assenza del pubblico.

Probabilmente la gara più attesa del fine settimana è quella degli 800 metri, che vedrà in scena il ritorno in pista di Francesco Conti: il recordman assoluto del doppio giro di pista è pronto a tornare in scena nella sua specialità preferita, dopo una stagione travagliata a causa di diversi problemi fisici. Francesco sarà inoltre scortato dai compagni di squadra Riccardo Gaddoni, che correrà un test sul mezzo miglio dopo la partecipazione ai 1500 del giorno precedente, Mattia Turchi, che a inizio stagione ha ottenuto risultati ottimi sia nei 1500 che nei 400, Lorenzo Landi, Ismail Grirane e il veterano Daniele Dottori. Nella stessa gara al femminile torna Lovepreet Rai dopo i tre minimi per i campionati italiani ottenuti la settimana scorsa, e Irene Dottori, anche lei in un ottimo stato di forma dopo aver corso il proprio quinto tempo di sempre nei 400 metri. Continua a leggere

Personali e ricco medagliere nel primo weekend outdoor

Si apre la stagione outdoor. Nel rispetto delle norme “anti-covid” dettate da Coni e Federazione, il weekend del 10 e 11 aprile ha visto scendere in pista una numerosa compagine di atleti e atlete della Sacmi Avis (e dell’Icel Lugo) desiderosi di mettersi alla prova.

16 ori, 8 argenti e 5 bronzi, questo il bottino portato a casa dalle tre le sedi dove si sono disputate gare spurie, vale a dire distanze non olimpiche.

Modena.

Al Trofeo Casa Modena sabato spiccano i record personali dei lanciatori: nel disco, Alexander Geminiani è argento Junior con 38,37 m, mentre l’Allievo Vittorio Ragazzini fa segnare 35,59. Personale anche per Ilaria Rubbi nel peso Allieve con 11,50.

Sui 150, tra le donne buona prova per Valentina Bonetti (19”35) e Alice Santi (19”74), al maschile le prestazioni migliori sono di Gianni Bonetti, che corre in 16”79 e Lorenzo Pederzoli (17”32), impegnato anche sui 500 (1’08”34). Qui chiude al 1° posto tra gli Allievi Mattia Turchi con un ottimo 1’07”68.

Oro nella stessa categoria anche per la sua compagna di allenamento Sara Rai con 1’19”91, seguita da Silvia Bovolenta con 1’20”09. Nell’asta Federico Ferrucci torna a toccare quota 4 metri.

 

 

Misano.

Buone prove nella stessa giornata anche a Misano al Trofeo Primavera. Oro sui 2000 per Riccardo Ghinassi (5’39”55) e Maria Celesta Veroli (7’08”17), sui 150 per Denis Libofsha (16”30) e Sofia Zanotti (18”92). Sulla breve distanza, bronzo per Mattia Rondinelli (16”68) e Chiara Giovannini (19”13).

Cesena.

Domenica a Cesena al Trofeo Jingold sono ancora i lanciatori a trascinare il medagliere. Oro e personal best per Andrea Fagliarone nel martello Assoluti 51,88, stessa soddisfazione doppia nella categoria Allievi per Vittorio Ragazzini che lancia a 46,13, seguito sul podio dal compagno di squadra Nicola Donati con 45,11. Oro e personale sempre nel martello, tra le Allieve, anche per Elena Ghini 42,82 e argento per Giorgia Strazzari (41,06). Nel giavellotto argento per Lorenzo Morara con 52,25. Tra i velocisti conquista l’oro Denis Libofsha sugli 80 (9”04), mentre sui 300 ritornano in pista anche gli esperti lughesi Davide Bernabei (oro) e Ismail Grirane. Nel mezzofondo, raddoppiano la distanza corsa il giorno precedente Mattia Turchi e Jacopo Torri, entrambi al personale sui 1000 rispettivamente con 2’36”89 e 2’50”. Doppio impegno anche per l’Allieva Sara Rai che corre in 3’10”45. Da segnalare anche l’ottima prestazione sui 3000 della Master 45 Nadiya Chubak, con 10’42”03.

Prossimi appuntamenti.

Domenica 18 sarà la volta dei 10.000 in pista a Rubiera, dove sarà impegnato Riccardo Gaddoni. Le marciatrici Cadette Asja Cilini e Sara Ragazzini saranno invece impegnate in un meeting interregionale, mentre altri cadetti gareggeranno a Sasso Marconi al Meeting provinciale valido per la classifica del Campionato di Società di categoria.

 

Marta Morara tra le grandi all’Udin Jump Developement

Esperienza internazionale a Udine per la saltatrice in alto Marta Morara, che sta finalizzando la preparazione in vista dei campionati italiani indoor (gareggerà sia per il titolo promesse il 7 febbraio che per il titolo assoluto il 21). La saltatrice imolese, tesserata per l’ICEL Lugo, si dimostra in gran forma, ben figurando in una manifestazione che vedeva al via anche la vicecampionessa del mondo in carica, l’ucraina Yaroslava Mahuchikh, e ottenendo il minimo per i Campionati Europei under 23 che si terranno (pandemia permettendo) dall’8 all’11 luglio a Bergen, in Norvegia.

Marta ha iniziato la gara all’altezza di 1,70, con un percorso netto e privo di errori fino a 1,82 (passato al secondo tentativo), misura che rappresenta appunto il minimo per la manifestazione continentale, compiendo poi tre errori alla misura successiva di 1,86 (che avrebbe rappresentato il primato personale) con degli ottimi tentativi. Il salto a 1,82 al secondo tentativo la colloca così al settimo posto, a pari merito con la Erika Furlani (Fiamme Oro) che l’ha preceduta allo stesso modo ai Campionati Italiani Assoluti di Padova e la ceca Bara Sadjoková, atleta con un primato personale di 1,90m, mentre la vincitrice è stata la favorita Mahuchikh a 2,00 (fallito l’attacco al primato mondiale stagionale di 2,03) su Alessia Trost (1,93). Marta si trova attualmente al primo posto nella graduatoria nazionale di categoria e al quinto di quella assoluta. Continua a leggere