Categoria: Assoluti

L’allievo supera il maestro. Il decatleta tiene testa.

Un weekend ricco di appuntamenti indoor ha visto gli atleti della Sacmi Avis impegnati negli impianti da Padova ad Ancona, passando per Bergamo, Parma e Modena.

Sfida “a distanza” tra i decatleti impegnati sui 60 hs: Simone Ronzoni a Bergamo chiude in 8”92, mentre a Parma Andrea Mazzanti corre in 9”02.

Debutto per Chris Garsone sui 50, buone prove nel lungo per Matilde Martinelli e Alessandra Sabattini, entrambe non troppo lontane dal personale.

Nel palazzetto emiliano giornata no per Federico Ferrucci nell’asta, che trova il riscatto il giorno successivo ad Ancona con un discreto 3,80. Ma la notizia è che l’allievo (lo junior) supera il maestro: Marcello Filippone infatti, allenato proprio da “Ferro”, con 3,90 eguaglia il proprio personale.

Ad Ancona arrivano buoni risultati dal settore velocità: Lorenzo Pederzoli si migliora sui 60 piani, eguagliando il decatleta compagno di squadra Andrea Mazzanti (7”24).

Sulla stessa distanza in gara anche i giovani provenienti da Lugo e Castiglione: Antonio Pio Dettoli, Pietro Donegaglia, Luca Boghi e Matteo Rizzo, che in preparazione delle multiple corre anche i 1500. Nei 60 donne Chiara Baldi corre in 8”25.

Sui 400, buona prova dell’allievo Alessandro Bacci (51”98), che purtroppo non riesce a centrare il minimo per i campionati italiani di categoria. Tommaso Frontali all’esordio sulla distanza al coperto abbatte di quasi un secondo il personale outdoor, correndo in 56”10 e arrivando alle calcagna del compagno di allenamento Jacopo Torri (55”81).

Infine, sempre ad Ancona l’esperta Eleonora Rossi salta 3,25 nell’asta donne, mentre a Padova Asja Cilini chiude i 3000 di marcia con un buon 16’30”32.

Indoor e strada: altro weekend di primati personali

Nel fine settimana del 14 e 15 gennaio sono andati in scena diverse manifestazioni indoor, dove diversi atleti hanno migliorato i propri primati personali. Bene Ricciardi a Valencia nei 10km su strada.

Lorenzo Pederzoli (foto Marastoni)

Nel rinnovato impianto indoor di Modena scendono in pista gli sprinter nella giornata di sabato e i saltatori domenica. Nei 60 piani grande gara di Enrico Yeboah Moses, che in batteria ottiene 7’’06: questo risultato migliora il primato di 7’’11 ottenuto la settimana precedente ad Ancona e rappresenta il minimo per i Campionati Italiani di categoria. Classificatosi al 21° posto delle batterie Enrico corre la quarta finale, concludendo al quinto posto con 7’’11: nelle quattro uscite di quest’anno ha quindi corso nettamente più veloce del precedente primato personale di 7’’27. Nelle graduatorie dei 60 metri troviamo a pari merito al 53° posto Matteo Rosadi e Andrea Mazzanti con 7’’31, poi un Lorenzo Pederzoli versione sprinter che si migliora correndo in 7’’33 (59°). Altro risultato a pari merito per Alessandro Dalpane e Gabriele Ricci con 7’’51 (primato personale per entrambi), seguiti da Francesco Venieri (7’’58) e i primati personali di Enea Zaccarini (7’’64) e Marcello Filippone (7’’95).

Nei 60 metri ad ostacoli per il settore assoluto troviamo Andrea Mazzanti all’ottavo posto in 9’’13 e Martino Filippone con la nuova divisa del C.U.S. Palermo. Martino si è infatti trasferito per motivi di studio in Sicilia ed è stato raggiunto l’accordo per il prestito nella stagione 2023; Martino ha corso la batteria in 8’’83 e la finale in 8’’84, a circa due decimi dal primato personale. Enea Zaccarini debutta nei 60 hs riservati agli allievi con un buon 10’’12 classificandosi al 10° posto.

Al femminile nei 60 piani la migliore lughese è l’ostacolista Valentina Bianchi, che corre 7’’95 in batteria per il 19° posto; nella finale 4 conclude al quarto posto in 8’’01. Benedetta Drago al debutto sulla distanza corre in 8’’41, davanti ad Alice Santi (8’’63) e a Irene Gullini (8’’71, primato personale). Nei 60 hs Valentina corre 9’’01 sia in batteria che in finale per il quinto posto, mentre Anna Venieri è ottava con 9’’17. Benedetta Drago conclude al nono posto in 9’’73 i 60 hs allieve. Continua a leggere

Indoor: primati personali alla prima gara per Turchi, Yeboah, Rai e Bovolenta

Il primo fine settimana di gare indoor al Palaindoor di Ancona ha visto molti velocisti, saltatori e mezzofondisti veloci esordire nella stagione 2023.

I migliori risultati al maschile sono stati segnati nei 400 metri, disputati nel pomeriggio di domenica. Il migliore imolese è stato Mattia Turchi (14°), che nella preparazione per i suoi 800 metri ha ottenuto il primato personale correndo in 50’’96, dopo un passaggio a metà gara relativamente lento. Questo tempo è inferiore di addirittura un secondo rispetto al suo primato personale outdoor, mentre quello indoor è stato battuto di ben due secondi a testimoniare un grande progresso. Dietro a Turchi si è piazzato Alessandro Bacci (24°), al primato personale assoluto in 52’’17, poi Alessandro Dalpane (39°), 53’’30 al debutto nelle categorie assolute. Federico Ferrucci si è classificato al 41° posto, con un 53’’55 influenzato da alcuni problemi fisici, e supera di un centesimo l’ostacolista Leonardo Lodolini (43°). Francesco Venieri ha concluso 70° in 55’’76, davanti a Jacopo Torri (77°, 56’’46), Ivan Passerini (primo 400 indoor concluso in 57’’05), e agli altri debuttanti Alessandro Tampellini e Matteo Rizzo (rispettivamente 59’’20 e 1’01’’69). Continua a leggere

Cross e strada: risultati di domenica 20 novembre

Diverse gare domenica 20 novembre, con il J Medical La Mandria Cross (valevole per la selezione per i Campionati Europei), la prima prova del Run Cross ER a Castelfranco Emilia e la 48^ Cheursa de Bech, classica romagnola di 10km a Santarcangelo di Romagna.

Riccardo Ghinassi e Nicola Lega al J Medical Cross La Mandria

Torino, J Medical La Mandria Cross

A Venaria Reale, sul percorso che ospiterà tra tre settimane i campionati europei di corsa campestre Piemonte 2022, si è svolta una campestre di livello molto alto in quanto fornirà indicazioni utili alla selezione per la manifestazione continentale.

In gara per i colori imolesi hanno partecipato Riccardo Ghinassi e Nicola Lega nella prova di 6km riservata alle categorie allievi e juniores. Ghinassi ha ottenuto il 45° posto in 20’33’’, mentre Lega ha concluso 61° a venti secondi dal compagno di allenamenti.

Castelfranco Emilia, Runcross ER

A Castelfranco Emilia si è svolta la prima prova del Runcross ER, circuito regionale di cross autunnale che formerà una classifica a punteggi unita ai risultati dei CdS 2023.

Nella gara master di 3km secondo posto assoluto per Daniele Dottori, primo della categoria SM60. Sara Morini ha ottenuto la medaglia d’argento nei 4km juniores femminili, con il tempo di 16’53’’, mentre al maschile Mattia Turchi ha concluso settimo nei 6km, in una specialità a lui non congeniale. Tra le cadette buon risultato di squadra imolese, grazie al terzo posto di Letizia Mengozzi, con Giada Martelli quinta, Viola Di Renzo nona, Rebecca Musto undicesima e Greta Galeati 25^. Tra le allieve buon sesto posto per Rai Lovepreet nei 4km, prova molto lunga per le sue caratteristiche; al maschile Samuele Grillini ha concluso al 16° posto la sua prova da 6km, alla prima corsa campestre della sua carriera. Tra i ragazzi Lorenzo Ghiselli è arrivato settimo nella prova da 2km, mentre nella gara di 8km promesse e senior maschili un Riccardo Dall’osso ancora condizionato dei problemi di anemia ha chiuso in nona posizione, sesto tra le promesse.

Per quanto riguarda le classifiche di società, l’Atletica Imola si trova al decimo posto sulle 40 classificate nella classifica maschile e al 13° nella femminile (sezione giovanile), mentre la squadra assoluta femminile dell’Atletica Lugo è al momento 17^.

Santarcangelo di Romagna, 10 km

A Santarcangelo di Romagna è andata in scena la classica gara autunnale sui 10km, certificata dalla Fidal.

Ne approfitta Luis Matteo Ricciardi, che ha tolto  cinque secondi al primato personale concludendo in 30’46’’; dietro di lui primato anche per Gianluca Scardovi (33° in 34’36’’), a pochi secondi dal compagno Ferdinando Dipaola (37° in 35’05’’). Al maschile inoltre hanno segnato 41’16’’ Denis Lippi, e 41’31’’ Clavio Righini. Al femminile altro primato personale, non avendo corso altre 10km certificate precedentemente, per Federica Cicognani, settima in 37’45’’.

Finali Nazionali Campionati di Società

Finale di stagione impegnativo per l’Atletica Imola Sacmi Avis e la femminile Icel Lugo con i Campionati Italiani di Società, l’appuntamento più importante della stagione. Dopo la conferma del punteggio per accedere alla Finale Argento, a Perugia sabato 17 e domenica 19 settembre, la formazione maschile ha visto alcuni giovani atleti migliorarsi: Enrico Moses Yeboah trova il personale di 11”06 sui 100 piani, a conferma della crescita sotto la guida del tecnico Dario Pasi; Mattia Turchi, seguito invece da Vittorio Ercolani, abbatte il precedente primato e scende a 1’53”95 sugli 800, quindi corre una bellissima frazione nella 4×400 sostituendo onorevolmente il compagno di squadra Francesco Conti, fermato da qualche acciacco. Simone Ronzoni oltre a coprire il giavellotto salta a 6,79 nel lungo, Federico Ferrucci 3,80 nell’asta ed è da segnalare la new entry dell’alto Enea Zaccarini (1,75). Nel settore lanci di Maurizio Strazzari la colonna è Andrea Fagliarone, 4° nel martello con 50,33, affiancato da un generoso Andrea Berti che non si tira indietro e dopo qualche anno ritorna in pedana a coprire peso e disco (secondo all-time personale di 11,83 e 33,85).

Al femminile, trasferta impegnativa a Palermo per la compagine imolese con i colori dell’Icel Lugo.

A trascinare la squadra è la già iridata Marta Morara, che vince agevolmente il salto in alto e poi deve tornare di corsa in continente per un esame all’università.

Menzione speciale meritano le Allieve all’esordio in una finale Assoluta: portano a casa un’esperienza che sarà utile il prossimo weekend a Vittorio Veneto, ai Campionati Italiani di Società Allieve. Asja Cilini nella marcia è 6^ con 28:05.49, in una gara dove non conta il tempo ma il piazzamento, dove il rischio di squalifica può essere dietro l’angolo. Buona prova per Lovepreet Rai, che nonostante un problema muscolare sui 1500, nella seconda giornata corre un bell’800, conquistando con 2’19” la 6^ piazza e dimostrando di essere cresciuta nella gestione tattica della specialità; buona prova anche di spirito di squadra per lei, che stringe i denti e corre anche la 4×400 assieme a Guia Fattorini (4×100 e 4×400), Silvia Bovolenta (400, 200 e 4×400) e Irene Gullini: la new entry corre anche i 400 hs a meno di un secondo dal PB. In pedana anche Elena Odion nel martello da 4 kg (40,80), allieva lughese, e la junior Ilaria Rubbi nel peso da 4 kg.

Punti di riferimento a Palermo restano le veterane Eleonora Rossi, 3^ nell’asta con un buon 3,10; Francesca Casprini, 3^ nel disco sopra i 40 metri nonostante il digiuno di allenamenti a causa del lavoro; Stefania Di Cuonzo, argento nel lungo con 5,51; e Sabina Donati nel giavellotto. Soddisfazione anche per Nadyia Chubak, con 18:43.13 6^ sui 5000 a lei di solito tanto cari su strada.