Category: Atletica Leggera

Risultati del weekend: velocisti a Modena e Simone Bernardi in Svizzera

Continuano gli impegni agonistici dei nostri atleti per ritrovare la condizione e valutare il lavoro svolto dalla fine del lockdown. Continue reading

TAC – A Imola la prima manifestazione nazionale post Covid

Imola, 18 giugno: il primo sparo in tutto il territorio nazionale, dopo lo stop causato dal Covid, qui dove il 23 febbraio si era tenuta l’ultima manifestazione regionale prima del lockdown. Un TAC (Test di Allenamento Certificato) aperto, come da regolamento, ai soli atleti della regione. Programma ridotto, accesso contingentato per atleti e tecnici, niente pubblico, igienizzante a ogni postazione. Nonostante le difficoltà, più di cinquanta atleti e atlete si sono subito messi alla prova. Continue reading

L’atletica italiana riparte da Imola

Dopo aver subìto una pausa forzata a causa della pandemia di Coronavirus, l’attività dell’Atletica Imola Sacmi Avis ricomincia in grande stile: lo Stadio Romeo Galli ospiterà infatti la prima manifestazione ufficiale in tutto il territorio italiano giovedì 18 giugno, alla quale ne seguirà un’altra giovedì 25.

La Federazione nazionale, in ottemperanza alle linee guida governative relative agli sport individuali ha introdotto un nuovo tipo di manifestazione, i “Test di Allenamento Certificati” (TAC), per consentire ad atleti e tecnici di tutti i livelli di valutare il percorso fatto dalla fine del lockdown. La società, guidata dal presidente Massimo Cavini, organizzerà quindi il primo TAC valido per la regione Emilia-Romagna. Continue reading

Conti forza tre: “Mi aspettavo di tornare su questi livelli”

“Mi aspettavo di tornare su questi livelli, bronzo ottimo risultato”

Terzo terzo posto assoluto per Francesco Conti: ai Campionati italiani assoluti indoor di Ancona, andati in scena tra 22 e 23 febbraio, il classe ’95 imolese ha centrato un fantastico bronzo (che si aggiunge a quelli ottenuti a Rieti nel 2016, sempre sugli 800, e a Bressanone nel 2019, ma nella staffetta 4×400) ad un anno e mezzo di distanza dall’intervento al piede.

In terra marchigiana il cronometro, al termine dei quattro giri, si è fermato su un ottimo 1.51.45, tempo che è valso il podio al portacolori della Sacmi Avis. “Sapevo che c’era la possibilità di ottenere un buon piazzamento, perché la concorrenza per le posizioni dalla seconda in giù era apertissima. Sono naturalmente contento del risultato, mi aspettavo di tornare su questi livelli: sapevo che riprendere dopo l’intervento al piede non sarebbe stato facile, ma già l’anno scorso al ritorno in pista le sensazioni erano positive. Quest’anno l’intervento non dovrebbe avere strascichi e, ad oggi, sono molto soddisfatto di come stanno andando le cose”.

Conti sul podio con Aquaro e Barontini.

Francesco racconta quindi il quadruplo giro: “La gara è andata secondo le previsioni: conoscevo bene gli avversari e sapevo che erano molto forti. Ho cercato di portarmi da subito in una buona posizione, a costo di passare esterno; purtroppo ho perso il contatto con i primi due, ai 600 mi sono ritrovato distaccato e ho provato ad accorciare, ma mi sono reso conto che non sarei riuscito a raggiungerli. Barontini e Aquaro sono stati semplicemente più forti. Ho quindi amministrato il vantaggio, anche perché negli ultimi 200 metri mi sono trovato completamente da solo, e ho terminato la gara in terza posizione, un ottimo risultato”.

Infine una veloce considerazione sui prossimi obiettivi: “Punto molto sui Campionati italiani assoluti all’aperto, tanto a livello individuale che di società. Spero di continuare sulla strada tracciata”.

 

Cross di Imola: i partecipanti imolesi delle categorie giovanili

Domenica 23 febbraio si è svolta a Imola la 3^ ed ultima fase di Campionati di società regionali di Cross. Nella stessa occasione sono stati assegnati i titoli individuali di campione regionale. Uno sguardo ai partecipanti imolesi nelle categorie giovanili.

Lovepreet Rai (foto Atletica RCM)

Tra le Cadette Lovepreet Rai si piazza al tredicesimo posto, in linea con i precedenti piazzamenti e dosando meglio le energie, anche se resta un po’ di rammarico perché questa prestazione non le consentirà di partecipare ai Campionati Italiani. A seguire, Alice Visani, Emma Silvestre, Asja Cilini, Carolina Gardelli, Giorgia Cava, Caterina Vanni, Martina Assirelli, Gaia Babini, Caterina Filippone. Nella categoria Ragazze ottimo ottavo posto per Letizia Mengozzi, sorella d’arte di Federico,alla prima gara disputata; bene anche Giada Martelli 12^, seguita da Federica Martini, Lucia De Caro, Giulia Bugani, Francesca Drazzi, Beatrice Palomonari, Laura Papageorgiou, Maddalena Pagani, Chiara Pavanello, Beatrice De Maio, Aida Folli, Teresa De Santis. Nella gara Ragazzi 14° Federico Marchi, con i compagni Federico Balducci, Luca Martelli, Federico Fadda, Lorenzo Ricci, Giuseppe Cassani, Alessandro Merlini, Filippo Venieri e Davide Pirazzini. Nei cadetti, dove mancavano all’appello i mezzofondisti, c’erano Alberto Salomoni, Tommaso Potenza, Mattia Galassi, Nicolò Cuccu, Matteo Lollini, Ivan Scarpato e Mattia Cortesi.

Le classifiche di società giovanili hanno visto l’Atletica Imola concludere al quarto posto tra i Ragazzi e al sesto tra le Ragazze; le Cadette hanno fallito per poco l’assalto al podio, concludendo quarte, mentre i Cadetti non sono entrati in classifica. Un bilancio in rosso, dunque? No.

È stato infatti un banco di prova per sperimentare l’impegno richiesto per “coprire” le gare per tre domeniche: la partecipazione di tutti è importante e ciascuno deve fare la sua parte. Anche con un po’ di spirito di sacrificio, come quello di un giovane atleta che predilige sì la velocità e tuttavia deve correre anche la campestre. Del resto, il nostro è uno sport dove la specializzazione nelle varie specialità è tardiva rispetto ad altre discipline, quindi avanti tutta e “buttarsi” senza paura, anche nelle campestri dove la paura della “fatica” a volte frena gli entusiasmi. Sarà importante, in primavera, aver fatto tesoro di questa esperienza e dello spirito di squadra, quando sarà il momento dei CdS su pista e bisognerà essere presenti in tutte le discipline.